Medaglie, monete e francobolli: il gotha del collezionismo per due giorni a Querceta

0

QUERCETA – Rare collezioni di medaglie, monete e francobolli; stampe e copertine d’epoca; cimeli della prima guerra mondiale; autentici pezzi unici come la cartolina scritta da un militare italiano alla famiglia nelle drammatiche ore della ritirata dopo la disfatta di Caporetto. Sono alcuni degli “ingredienti” della quarantaduesima Mostra Convegno Filatelica Numismatica in programma sabato 5 e domenica 6 agosto a Querceta nei locali della scuola elementare “Don Lorenzo Milani” di Marzocchino messi a disposizione dall’amministrazione comunale. Un appuntamento di grande prestigio, riconosciuto dagli specialisti e dagli addetti ai lavori fra i principali della Toscana e, allo stesso tempo, un evento interessante e gradevole per il pubblico più eterogeneo, in virtù dei numerosi spunti di visita che offre. La Mostra Convegno, organizzata come tradizione dal Gruppo Filatelico Numismatico Versiliese di Querceta con il patrocinio del Comune di Seravezza, inizia sabato alle 9 con il saluto delle autorità e con l’apertura dell’ufficio postale distaccato dotato di annullo speciale. Fino a domenica sera, due intense giornate di esposizioni e scambi, di incontri fra collezionisti provenienti da tutta Italia e di caccia ai pezzi più rari in ambito numismatico e filatelico.

«L’edizione di quest’anno rende omaggio alla classe di leva 1899, i famosi Ragazzi del ’99 che nel fatidico 1917, proprio cent’anni fa, entrarono in prima linea», spiega il presidente del circolo organizzatore Piergiorgio Mei. «Cercheremo di mostrare i due volti della guerra, quello edulcorato veicolato ad arte dai giornali e quello purtroppo vero della dura vita quotidiana dei soldati e delle loro famiglie, delle donne impegnate in fabbrica e nelle attività lasciate vacanti da mariti, figli e fratelli. Esporremo le copertine della Domenica del Corriere del 1917, compresa quella, piuttosto rara, della settimana di Caporetto. Avremo le cartoline del Prestito Nazionale, alcune delle quali realizzate da grandi illustratori. E ancora, cimeli – fibbie, medaglie e persino una vecchia granata carbone –, copertine della rivista culturale La Lettura, una parte della bella collezione del dott. Paolo Nanni che propone cartoline scritte dai militari accompagnate da minuziose trascrizioni e dalla dislocazione dei vari reparti operativi sul fronte di guerra. Non collegata al tema principale della rassegna, ma ugualmente interessante, avremo anche una collezione di monete granducali dell’epoca di Leopoldo II (1824-1859)».

 

Nei locali della mostra funzionerà nei due giorni un ufficio postale distaccato munito di annullo filatelico speciale commemorativo sul tema “1917 – dedicato ai Ragazzi del ‘99”. Presso il comitato organizzatore saranno inoltre disponibili un intero postale e una busta ufficiale tirati in 120 serie numerate e una cartolina illustrata con tiratura sempre di 120 copie numerate. «Sosteniamo con convinzione la mostra-convegno», dichiara il sindaco Riccardo Tarabella «non solo perché per due giorni concentra sul nostro territorio un gran numero di esperti e collezionisti provenienti da molte regioni d’Italia, ma anche per il suo intrinseco valore culturale, per la preziosa opera di recupero e trasmissione della memoria che compie, temi che mi stanno molto a cuore e che sono ben in evidenza nell’attività della mia amministrazione».

No comments

*