Il mercato coperto, Bramanti: “Solo propaganda”

0

FORTE DEI MARMI – “Nonostante l’operazione di riqualificazione e ristrutturazione del mercato coperto fosse ritenuta dall’amministrazione urgente, sono passati anni e ad oggi nulla è cambiato”.

Giampaolo Bramanti, candidato a sindaco per la lista “Legati al Forte”, non usa mezzi termini e attacca il lavoro della giunta uscente.

“L’amministrazione Buratti – afferma Giampaolo Bramanti – il cui vice Michele Molino è l’attuale candidato alle prossime elezioni comunali e quindi è corresponsabile del fatto, decide nel 2012 di avviare le pratiche di un bando in merito alla ristrutturazione del mercato coperto. L’operazione fu ritenuta urgente. Ad oggi invece non è cambiato nulla. Visto il prestigio e la somma prevista ( 12 milioni di euro ), la partecipazione di professionisti è sentita, interessata e appassionata. Intanto è il caso di chiarire l’aspetto economico: il parametro previsto nel concorso erano 12 milioni di euro. Il primo classificato ne prevedeva 8. Sembra alquanto bizzarro che il risparmio di 4 milioni di euro abbia da solo influenzato l’esito del concorso. Tecnicamente il progetto vincente – continua Bramanti – ricostruisce il comparto, realizzando una struttura a elle (L) e, individua la zona mercato con uno spazio aperto. Soprattutto per questo appare fuori tema, considerato che il bando trattava di uno spazio mercato al coperto. Come tra l’altro è stato chiesto dopo la vittoria del bando. Quindi per coprirlo ecco spesi gli altri 4 milioni che sommati agli 8 fanno 12. Insomma – conclude Bramanti – una vicenda gestita con superficialità e pressappochismo mentre Forte dei Marmi aspetta ancora oggi, il riordino urbanistico della zona in questione”.

Legati al Forte ha idee chiare in proposito: in quella zona vediamo l’idea di un mercato coperto moderno e pure futuristico che non sia solo commercio, ma lanci messaggi culturali e delle tradizioni locali che purtroppo stiamo perdendo. Un ambiente che oltre ad essere utile, dovrà essere anche bello da vedere e da vivere. Il solo centro e il Fortino da soli non rendono giustizia alla grandezza passata, e speriamo, futura di Forte dei Marmi. 

No comments

*