Miss Trans Italia da Torre del Lago sbarca a Napoli: il 13 la kermesse

0

TORRE DEL LAGO – Miss Trans Italia 2014, un’occasione “ludica” per mettere al centro i diritti delle persone trans, si terrà per la prima volta a Napoli Miss Trans Italia, il concorso nato 22 anni fa a Lucca come costola del tradizionale concorso di bellezza made in Italy. Ad organizzarlo è l’Associazione Trans Napoli (ATN), con il Movimento Identità Transessuale (MIT) e il Consultorio TRANSgenere di Torre del Lago, Lucca. “Da quest’anno la manifestazione è itinerante e Napoli non è una scelta a caso – spiegano la presidente di ATN, Loredana Rossi, e la responsabile del Consultorio TRANSgenere, Regina Satariano – Qui vive la comunità più antica e numerosa d’Italia”. Sono circa 2mila le persone trans di origini napoletane, infatti, costrette per vari motivi a lasciare la Campania e a trasferirsi altrove, su una comunità totale che conta circa 50mila persone in tutta Italia.

La 22esima edizione del concorso dedicato alle bellezze trans si svolgerà, in contemporanea a Miss Trans Sudamerica, sabato 13 settembre alle 21 in via Armando Diaz a Napoli (uscita metropolitana via Toledo), dove ogni anno si festeggia il T-door, la giornata dedicata alla memoria delle trans vittime di violenza. Una piccola conquista per Loredana Rossi, che sottolinea: “Il Comune ci ha messo a disposizione una piazza, un luogo pubblico, dove la gente passando potrà festeggiare con noi i diritti delle persone trans in un normale sabato sera”.

“Si tratta di un pretesto ludico – precisa Regina Satariano, figura storica del mondo trans e ideatrice del concorso – per accendere i riflettori sulla condizione delle persone trans, ancora oggi discriminate nella vita quotidiana, a partire dal lavoro. Negli oltre venti anni in cui organizziamo il concorso, ci spiace osservare che non è cambiato molto per i diritti delle persone trans e transgender”. Ma una parziale “vittoria” le associazioni l’hanno ottenuta: l’apertura da parte di Patrizia Mirigliani, patron della tradizionale kermesse dedicata alla bellezza femminile, che si dice pronta a cogliere i cambiamenti della società e cambiare il regolamento di Miss Italia consentendo anche alle persone trans di partecipare.

Il concorso, che vedrà sfilare circa 50 bellezze trans provenienti da ogni parte d’Italia, sarà presentato da Stefania Zambrano, con la partecipazione di Ciro Maggio, Ekim, Giò Sensation e Ciro Cooper.

L’evento sarà anticipato al mattino da un dibattito pubblico (dalle 11 alle 13, sempre a via Diaz), dal titolo”Dalla storia della tradizione campana del femminiello napoletano alla realtà dei giorni nostri: la realtà transessuale a Napoli”. Insieme a Loredana Rossi e Regina Satariano, all’incontro interverranno: Paolo Valerio (presidente Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere), Andrea Morniroli (cooperativa Dedalus), Ottavia Voza(responsabile nazionale Arcigay per i diritti delle persone transessuali), Daniela Falanga (responsabile Arcigay Napoli per i diritti delle persone transessuali) e un delegato dell’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Napoli.

L’intera giornata dedicata alle persone transessuali e transgender ha il patrocinio del Comune di Napoli e vede la collaborazione di Arcigay Napoli e Arcigay Salerno”Marcella Di Folco”.

No comments