Missione Alabama, presentati a Firenze i dati

0

FIRENZE – Sono stati presentati oggi i risultati di una missione nello stato americano dell’Alabama, compiuta dal 9 al 15 novembre scorso dal Consiglio regionale della Toscana e dal comune di Pietrasanta. Alla missione hanno partecipato il vicepresidente dell’Assemblea toscana Marco Stella e il sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni, che hanno oggi tracciato un bilancio dell’iniziativa insieme al presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani.
Giani ha ricordato “come la presenza di Pietrasanta in Alabama sigli un percorso di amicizia che arricchisce tutta la Toscana, ma sia allo stesso tempo preziosa occasione di promozione e di visibilità. Rapporti come questo vanno ad arricchire la nutrita lista di relazioni privilegiate e reciprocità che la Toscana ha e che coltiva, con l’obiettivo di un’azione comune per la pace, la solidarietà, l’incontro tra i popoli e i loro diritti”. Stella ha ricordato che la missione è stata decisa in primis perchè l’Alabama, e la città di Montgomery, rappresentano il simbolo per eccellenza dei diritti civili con gli esempi di Rosa Parks e Martin Luther King. Ma, in secondo luogo, perchè l’Alabama è uno stato di oltre tre milioni e mezzo di abitanti, in piena crescita, con un tasso di disoccupazione del 5% e un reddito pro capite di 40 mila dollari annui. “Tutti fanno iniziative a New York – ha osservato Stella – noi siamo andati in Alabama dove abbiamo avuto un grande seguito e abbiamo preso contatto con i principali tour operator. Se riuscissimo, e sono stime al ribasso, a portare a visitare la Toscana anche solo 20 mila residenti nello Stato, avremmo garantito una ricaduta di oltre 200 milioni di euro”.
Con la missione, come ha ricordato il sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni, sono stati portati a Montgomery i migliori esempi di arte, artigianato, turismo e business versiliesi e toscani. La città americana ha ospitato una mostra di 26 opere tra bozzetti, sculture in marmi e pietre, bronzo, ceramiche, intarsi e terracotte realizzate dai grandi maestri contemporanei che hanno avuto rapporti con Pietrasanta, a partire dallo statunitense Nall. E, ancora, una mostra di fotografia di Enzo Cei, così come si è svolto un fitto calendario di incontri con architetti, designer e tour operator per presentare il potenziale commerciale e turistico della zona.

( Fonte Ansa )

No comments

*