Montalto: “Gli interessi dei partiti davanti a quelli dei cittadini Massarosesi”

0

MASSAROSA – “I diversi cittadini che ieri sera aspettavano di vedere online la seduta del Consiglio Comunale sono rimasti a bocca asciutta: il Sindaco senza mezzi termini ha affermato: non ci sono soldi, ho sospeso il servizio (ovviamente senza avvertire nessuno, tantomeno il presidente del consiglio che presiede la seduta)”.

Il consigliere di Fora Italia, Nicola Montalto, parla a ruota libera e aggiuge: “Peccato che durante la stessa seduta lo stesso Sindaco ha confermato di continuare a pagare lo stipendio del Segretario Canessa anche per conto del comune di Stazzema, 43 mila Euro per il 2012, 43 mila per il 2013, fino agli oltre 46 mila per il 2014. Soldi che Mungai non ha mai nemmeno chiesto al Comune di Stazzema prima che Forza Italia e Comitati Civici non sollevassero il caso.
Non solo, secondo l’accordo della Giunta Mungai, il dovuto non sarà saldato fino al dicembre 2016, senza interessi alcuno. Quindi Massarosa che ricordiamo è oggi in anticipazione di cassa, e quindi paga interessi per la mancata liquidità, fa da anni da cassa ad un altro comune, facendo pagare ai cittadini Massarosesi quello che dovrebbero pagare invece altri. In un momento di estrema difficoltà economica, dove la prima risposta a chi si affaccia con una richiesta al palazzo comunale è : “ti verrei incontro, ma non abbiamo soldi” abbiamo assistito, prima all’escalation di aumento di somme per il Segretazio Generale, poi assistito al suo aumento di livello, con il Sindaco Mungai che subito revoca la delibera da lui stesso presa nel 2009 “per risparmiare” per allineare la categoria del comune, per poi riassumere con nuovo livello Canessa, infine anticipandogli lo stipendio anche per conto di Stazzema dal 2009 ad oggi. E meno male che Massarosa non ha soldi nemmeno per i servizi essenziali … Crediamo che a tutto vi sia un limite e che i consiglieri di centrosinistra a Massarosa debbano finirla di mettere gli interessi di partito davanti a quelli dei Massarosesi”,

No comments

*