Montalto: “La democrazia è morta? Io non ci sto”

0

MASSAROSA – “La democrazia è morta? Io non ci sto” Inizia con queste parole il lungo sfogo di Nicola Montalto, consigliere di opposizione, che pubblichiamo integralmente: ” Siamo in un regime di dittatura cari concittadini, quella del Sindaco Mungai e della sua giunta, questo è quello che emerge dallo svolgimento dell’attività politica mia, del gruppo di Forza Italia e dei consiglieri di opposizione tutti. Una dittatura manifesta in ogni delibera consiliare, dove gli interventi dell’opposizione in veste di mozioni, emendamenti e modifiche all’ordine del giorno vengono costantemente e arrogantemente respinti, oppure con l’applicazione della “tagliola” neanche discussi (viene negata la discussione e votazione). Tutto questo avviene proprio da quella maggioranza di centrosinistra che continuamente chiede partecipazione, tramite i consigli di frazione, raccolta di firme (contro pedaggi autostradali stabiliti in contratti sottoscritti e accettati da tutte le amministrazioni) e qualsiasi attività per “il bello apparire”.
Cari concittadini è tutta una farsa, un teatrino messo in scena per regalarvi una parvenza di democrazia e farvi credere che avete tutto sotto controllo, ma soprattutto che amministrano per il bene della comunità.
Affermo questo perché quando viene chiesto un impegno concreto e tangibile “fatti e non parole” a tutto vantaggio del cittadino Massarosese , che ricordo ampio consenso ha dato a questa maggioranza e che giustamente si aspetterebbe di essere protetto e tutelato dai propri rappresentanti, il sindaco Mungai e la sua giunta mettono il bavaglio all’opposizione impedendogli addirittura la discussione in aula delle mozioni, che ripeto vanno tutte a vantaggio dei cittadini di Massarosa. Così come ad ogni richiesta di documentazione integrativa, di pareri dei sindaci revisori o di intervento del presidente del consiglio per il corretto svolgimento dell’attività consiliare (figura istituzionale questa che dovrebbe operare nell’imparzialità e vigilare il corretto svolgimento del consiglio comunale) queste arrivano incomplete, tardive o addirittura vengono negate.  E’ una vergogna, vengono calpestati i diritti dell’opposizione che si vede puntualmente negare il sacrosanto diritto istituzionale di svolgere la propria attività di controllo dell’operato della giunta esecutiva e di portare all’approvazione del consiglio comunale atti per ridurre le tasse, per correre in soccorso alle tante, ormai troppe, famiglie che non ce la fanno e per migliorare i servizi “essenziali” per una qualità di vita dignitosa. Mi spiace affermare che a Massarosa così come a Roma si sono invertiti i ruoli loro sono i “burattinai” e noi (consiglieri di minoranza) e Voi (cittadini) i “burattini”. Ma io non ci sto. Basta teatrini, basta sorrisi cortesi e strette di mano, oggi dopo l’applicazione della tagliola nel consiglio comunale del 30 marzo 2015 per non mettere all’approvazione la mozione che permetta ai cittadini di Massarosa di venire esonerati dalle sanzioni e dagli interessi per il ritardo nel pagamento delle tasse, sono certo di essere in un regime di dittatura.
Il gruppo Forza Italia con i consiglieri dell’opposizione tutti si rivolgerà in tutte le sedi istituzionali e metterà in campo tutto quanto necessario per vedere garantito il sacrosanto diritto di fare opposizione e portare nell’aula del consiglio delibere e mozioni necessarie allo svolgimento dell’attività politica che i cittadini ci hanno mandato a svolgere, ripristinando quel diritto”

No comments

*