Morì in un aiuola, tre rinvii a giudizio per il decesso del fratello di Panariello

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Omissione di soccorso.  Questa l’accusa per la quale sono stati rinviate a giudizio Stefano Simonini, 37enne di Pietrasanta, Veronica Boschi, 39enne, e Monica Lazzeri, 52enne, entrambe di Pisa di Pisa. I tre, secondo la Procura di Lucca, avrebbero lasciato morire per strada Franco Panariello, fratello del noto comico, deceduto sulla Terrazza della Repubblica dopo un malore.

“C’è un uomo sdraiato in un aiuola”. Era il 26 dicembre del 2011 quando verso mezzanotte arrivò una telefonata al 118. La voce quella di una donna. Ma quando l’ambulanza arrivò sul posto, ormai per Franco Panariello non c’era più niente da fare. Fu il fratello Giorgio a riconoscelo all’obitorio dell’Ospedale Unico “Versilia”.  Una morte misteriosa, sulla quale, a fare luce, furono gli uomini dell’Anticrimine del Commissariato di Polizia di Viareggio, all’epoca diretti da Leopoldo Laricchia. Tra le prime ipotesi quella che l’uomo si fosse trovato in compagnia di qualcuno che, dopo il malore, lo avrebbero scaricato a terra per poi allontanarsi. Ipotesi, questa, confermata tra l’altro da una telefonata avvenuta poco prima a un giardiniere di Montignoso al quale Franco Panariello avrebbe detto di voler andare a cena con amici. Sul braccio del cadavere il medico legale rinvenne segni di un ago.

Il processo inizierà il prossimo 18 novembre in tribunale a Lucca.

No comments

*