Mozione di sfiducia al Vicesindaco: l’atto della minoranza protocollato oggi

0

VIAREGGIO – E’ stata presentata questa mattina al presidente del consiglio comunale di Viareggio e al sindaco del comune di Viareggio la mozione di sfiducia al vicesindaco Romanini e firmata da Massimiliano Baldini, Antonio Cima, Alessandro Santini, Athos Pastechi, Aldo Paoli, Max Bertoni, Alfredo Trinchese, Sara Romagnoli e Rossella Martini:

– nelle ultime settimane, in prossimità del voto sul bilancio consuntivo 2013 del Comune di Viareggio, è emerso che il Vice-Sindaco Chiara Romanini, Assessore con delega al Personale, Attività Produttive, Edilizia e Lavori Pubblici del Sindaco Leonardo Betti, al tempo in cui ricopriva il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale e più precisamente nei giorni precedenti il 30 novembre 2013 quando il Consiglio Comunale di Viareggio fu chiamato a discutere gli equilibri di bilancio comunale, omise di consegnare ai Consiglieri Comunali documentazione proveniente dall’allora Ragioniere Capo Dott. Maurizio Nieri inerente informazioni fondamentali e rilevanti circa i conti pubblici e lo stato del bilancio del Comune di Viareggio, contenente altresì valutazioni  dello stesso Dirigente Finanziario circa il rischio di un possibile accertamento dello stato di dissesto del nostro Comune;

– lo stesso vicesindaco ed Assessore Chiara Romanini, seppur dopo alcuni maldestri tentativi di smentita e/o tentata reticenza, posta di fronte all’evidenza dei fatti, ha dovuto ammettere pubblicamente che, in effetti, omise tale comunicazione ai Consiglieri Comunali, dichiarando ufficialmente che l’errore fu suo;

– a seguito di tale ammissione di responsabilità, lo stesso Vice-Sindaco ed Assessore Chiara Romanini ha ritenuto di dover porre scuse pubbliche verso i Consiglieri Comunali dichiarando di rimettere il proprio mandato nelle mani del Sindaco Leonardo Betti;

– le forze di opposizione, a seguito di quanto accaduto, dimostrato nei fatti e confessato dalla medesima responsabile, hanno valutato il comportamento dell’ex Presidente del Consiglio Comunale Chiara Romanini, oggi Vice-Sindaco ed Assessore con delega al Personale, Attività Produttive, Edilizia e Lavori Pubblici, un gravissimo inadempimento alla legge, allo Statuto ed al Regolamento del Consiglio Comunale nonché un altrettanto gravissimo vulnus istituzionale ai danni di tutto il Consiglio Comunale di Viareggio, dei singoli Consiglieri e della fiducia che deve stare alla base dei rapporti fra singoli organi del Comune, ivi compreso il Sindaco, con l’inevitabile conseguenza dell’indegnità ed inopportunità che tale persona possa rappresentare la città nelle sedi istituzionali e pubbliche;

– in data 18 agosto 2014, presso la sala del Consiglio Comunale di Viareggio, le medesime forze di opposizione, coerentemente alle valutazioni di cui sopra, hanno espresso ed avanzato pubblica richiesta di dimissioni del medesimo Vice-Sindaco ed Assessore Chiara Romanini;

– malgrado tutte le dichiarazioni espresse in queste settimane dall’ex Presidente del Consiglio Comunale Chiara Romanini, oggi Vice-Sindaco ed Assessore con delega al Personale, Attività Produttive, Edilizia e Lavori Pubblici, la medesima, incurante delle sue responsabilità pubblicamente confessate ed ammesse ed in disprezzo del più elementare rispetto dei ruoli pubblici che ricopre come della benché minima dignità politica ed amministrativa, ha continuato e continua a ricoprire i ruoli pubblici di cui sopra, rappresentando la città e permanendo nello svolgimento delle deleghe e dei mandati affidatele dal Sindaco;

– ribadito che i fatti accaduti ed i comportamenti omissivi posti in essere dall’ex Presidente del Consiglio Comunale Chiara Romanini, oggi Vice-Sindaco ed Assessore con delega al Personale, Attività Produttive, Edilizia e Lavori Pubblici, dalla medesima confessati, ammessi e riconosciuti, hanno violato i principi stabiliti dalla legge nonché dallo Statuto e dal Regolamento del Consiglio Comunale del Comune di Viareggio inerenti i rapporti fra gli organi del medesimo Ente territoriale, concretando un’evidente ed acclarata grave responsabilità che non può permettere alla medesima persona di continuare a rappresentare la città, ricoprendo l’incarico pubblico di Vice-Sindaco e di Assessore del Comune di Viareggio;

– tutto quanto sopra premesso, chiedono che

IL CONSIGLIO COMUNALE DEL COMUNE DI VIAREGGIO

IMPEGNI IL SINDACO LEONARDO BETTI

affinchè, per tutte le motivazioni sopra espresse ed in considerazione delle gravissime responsabilità istituzionali nelle quali è incorso l’attuale Vice-Sindaco ed Assessore con delega al Personale, Attività Produttive, Edilizia e Lavori Pubblici Chiara Romanini nei confronti dei singoli Consiglieri Comunali, dello stesso Consiglio Comunale tutto e pertanto anche ai danni del Sindaco del Comune di Viareggio, con provvedimento immediato al termine della votazione del presente atto, provveda a ritirare tutte le deleghe affidate dal medesimo all’Avv. Chiara Romanini, rimuovendo la stessa da tutte le cariche pubbliche che attualmente ricopre in rappresentanza del Comune di Viareggio.

Con Osservanza

Viareggio, lì 30 agosto 2014

Si avanza espressa richiesta di fissazione urgente della discussione della presente mozione in Consiglio Comunale ai sensi dell’art. 27 del Regolamento del Consiglio Comunale.

Massimiliano Baldini

Antonio Cima

Alessandro Santini

Athos Pastechi

Aldo Paoli

Max Bertoni

Alfredo Trinchese

Sara Romagnoli

Rossella Martini

No comments