A Mulina di Stazzema torna la festa della farina

0

STAZZEMA – Torna il 9  aprile a Mulina di Stazzema nel Comune di Stazzema la XIII Edizione della “Festa della Farina” di castagna (dell’annata 2016), un prodotto tipico e di grande qualità del territorio stazzemese che vede il coinvolgimento di moltissime associazioni, Enti che intendono celebrare un prodotto caratteristico dei nostri boschi. Il programma prevede al mattino a partire dalle ore 10 l’allestimento di un Mercatino dei prodotti artigianali e locali. Alla stessa ora partirà la visita guidata al suggestivo sito archeominerario delle Molinette che conserva le testimonianze dell’antica attività estrattiva ed industriale. Alle ore 15.00 si svolgeranno dei laboratori per i ragazzi con di pannolenci e di lana cotta. Il pannolenci è una stoffa morbida e sottile che deriva dal feltro, non sfilaccia e perciò non necessita di orli. E’ molto semplice da usare e si presta alla realizzazione di infinite cose. Alle ore 12.00 gastronomia di prodotti locali, panini e birra alla spina. Dalle 15,30 intrattenimento per i bambini con le Fate dei Lilla , trucca bimbi, pentolaccia e fiaba animata. Ovviamente protagonista è sempre la castagna e la sua farina con ciacci con ricotta e nutella, focaccette, castagnaccio, panzanelle e dolci. I ristoranti del luogo La Pania di Pontestazzemese, la Trattoria da Luciana di Mulina e il Ristorante Sotto la loggia di Pomezzana faranno per l’occasione un menù a prezzo convenzionato a tema.

Le iniziative sono promosse e coordinate dalla Associazione Filiera della Castagna che da anni svolge una attività di recupero di antichi mestieri e di sapori e saperi del territorio. L’iniziativa è realizzata con la collaborazione de “Le donne della Fontana”, Black Mamba Pub e con il patrocinio del Comune di Stazzema e dell’Unione dei Comuni della Versilia.

“Sosteniamo anche quest’anno”, commenta il Presidente del Consiglio Comunale di Stazzema, Alessio Tovani, “questa iniziativa di promozione del territorio, di un prodotto importante come la castagna che per secoli ha rappresentato una risorsa per gli abitanti dei nostri paesi con tutti i suoi derivati. Vogliamo che i nostri ragazzi conoscano questa storia e la facciano propria, conoscendo quei sapori e tutte le tradizioni legate a questo prodotto della terra. Ringrazio l’associazione Filiera della Castagna che promuove da anni questa iniziativa”.

 

No comments

*