Musica, arte e incontri: la domenica al Pucciniano è ricca di eventi

0

Giacomo Puccini di Torre del Lago. La rassegna voluta dalla Fondazione Festival Pucciniano per far vivere e rendere fruibili  il teatro e gli spazi del Parco anche nel mese che precede l’avvio del Festival 2014 (la prima, Madama Butterfly il  25 luglio)  propone domani 15 giugno un interessante programma che animerà l’intero pomeriggio. Alle 17. 30, ingresso libero, in sala Belvedere “Un amore cosi grande…per il canto: una conferenza per ripercorrere la gloriosa carriera di Mario Del Monaco, il più grande tenore drammatico del 20° secolo. L’incontro è  condotto  da Lisa Domenici,  con l’ausilio di video e ascolti a cura di Bruno Spoleti . Una carrier, quella del tenore toscano,  iniziata col debutto a Milano in  “La Traviata” e conclusa definitivamente nel 1976 con la messa in onda, da parte della televisione tedesca ZDf, di un concerto con brani da “Tosca” e “Traviata”. Tra  queste due date, una serie di successi nei principali teatri lirici di tutto il mondo.  Il grande critico musicale Rodolfo Celletti ha riconosciuto a Del Monaco, nell’Enciclopedia dello Spettacolo, “la precisione musicale e l’assenza di ogni effetto plateale”. La voce del tenore squillava come una tromba, è stato detto da molti, così Del Monaco fa sentire il marchio della sua grandezza. Certo negli ultimi anni la voce non era più quella ma, ad esempio, anche nel genere leggero affrontato una sola volta con “Un amore così grande” riuscì ad attirare anche gli ammiratori di Claudio Villa. Alle 18, nel  Foyer del Gran Teatro ‘Giacomo Puccini Inaugurazione della Mostra   “Come in un paesaggio”personale del pittore Guido Morelli. In questa personale viene presentato un ciclo di recenti tele di grande formato: dipinti ad olio, dall’impronta materica, nei quali sono raffigurati sintetici paesaggi naturali. Quella di Morelli è una pittura ‘mentale’, in cui è accentuata la dimensione della memoria: l’artista si concentra su un linguaggio psicologico del dipinto, allontanandosi dagli aspetti descrittivi e mirando a una pura fusione di cromatismi e luminosità.  L’artista – nato a La Spezia nel 1967, ma da anni residente in provincia di Piacenza – ha all’attivo un nutrito curriculum espositivo, con numerose personali e collettive in tutta Italia e all’estero. Tra i più significativi riconoscimenti alla sua pittura si segnala l’acquisizione di opere di grandi dimensioni da parte della Scuola Normale Superiore di Pisa nel 1998 e del MIM Museum in Motion di Castello di San Pietro in Cerro (Pc) nel 2008.  La mostra, organizzata dalla Fondazione Festival Pucciniano in collaborazione con la galleria Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio, è corredata di brochure con testo critico di Elisa Bozzi. Resterà aperta fino al 14 luglio 2014, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì, 10  – 13.30 / 15 – 18; domenica, 18 – 19.30. La domenica si concluderà alle 18.30  con l’Aperitivo proposto dal Cafè Momus ascoltando melodie e fantasie  interpretate dal Corpo Musicale G. Pardini di Torre del Lago

No comments