Nautica: “Del Ghingaro non pensi di aver risolto i problemi con il frazionamento”

0
VIAREGGIO – “Spero che Del Ghingaro, nei confronti del comparto nautico di Viareggio, non ritenga concluso il suo “lavoro” di sindaco con la presa di posizione sul frazionamento del Polo Nautico”. E’ Alessandro Santini ad affermarlo.
“Mentre seguivo il varo del Maiora 33FB accanto a Francesco Guidetti ( LEGGI ANCHE: Varato, questa mattina, il nuovo Maiora 33FB, nello stabilimento Fipa Group di Viareggio ) – prosegue il coordinatore di Forza Italia – , ho percepito l’orgoglio, la passione e la soddisfazione sua e di tutti coloro che, materialmente, hanno reso possibile concludere quel percorso di lavoro, un lavoro che ha fatto e fa ancora riconoscere il “marchio Viareggio” nel mondo. Ma ho percepito anche tanta emozione e preoccupazione, mentre lo stesso Guidetti mi spiegava le contraddizioni e le incertezze che si porta dentro la complessa realtà della nostra nautica.
Da troppo tempo la politica non fa il suo dovere di essere vicina ai settori economici trainanti, dialoga solo con alcuni di essi e per altri scopi. La nautica è Viareggio, è una delle immagini più belle della nostra città, un’alchimia perfetta di professioni e professionalità che crea gioielli inimitabili: un’amministrazione non può ignorarlo e abbandonare questo settore a se stesso. Qui il dissesto non c’entra: le imprese della nautica chiedono al Comune solo di stare al loro fianco, chiedono un interlocutore istituzionale forte, presente, che dialoghi costantemente con loro e le supporti davanti alla Regione, presso l’Autorità Portuale e in tutti quei contesti in cui il contributo di un sindaco è prezioso, se non addirittura decisivo. Ad esempio, nella “battaglia” per riuscire a snellire la burocrazia; oppure, a più ampio raggio, che sia il sindaco a nome della città a farsi promotore di una rete-distretto capace di convincere le imprese solide e serie a restare qui, a lavorare e dare lavoro qui. Perché solo con il lavoro, serio e di qualità, si restituiscono dignità e futuro alle famiglie viareggine e si può sostenere un comparto che, forse come nessun altro, può promuovere a livello internazionale il marchio Viareggio”.

No comments