“No al pedaggio autostradale Massarosa Viareggio”

0

MASSAROSA – Il comitato comunale di Sinistra Ecologia e Libertà di Massarosa ribadisce la propria contrarietà all’entrata in vigore del pedaggio autostradale Massarosa – Viareggio

“Purtroppo – con profonda delusione – constatiamo che sono servite a ben poco (se non per rimandare di qualche mese) le oltre cinquecento firme da noi raccolte in breve tempo tra i residenti del Comune di Massarosa e consegnate al Sindaco Franco Mungai. Infatti dal 1 gennaio 2016 decadrà quel “patto non scritto” che prevedeva il pedaggio della tratta autostradale Massarosa-Viareggio solo dopo la realizzazione della famosa “Variantina” dal Botteghino alla curva del Sasso a Pian del Quercione. Apprendiamo dalla stampa che tale decisione è stata imposta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e ci domandiamo su quali criteri sia stata adottata una scelta così repentina e scellerata (guarda caso come sempre a ridosso delle festività…) se non per far guadagnare ancor di più SALT e Stato (i soliti “pochi”) portando una serie di disagi ai cittadini (i soliti “molti”). Lo scenario sarà più o meno il seguente: migliaia di automobilisti, per non pagare il pedaggio autostradale (si parla di circa 1,40 Euro a percorso, che a gennaio potrebbe tradursi ad una cifra maggiorata dagli adeguamenti previsti), si riverseranno sulla Sarzanese andando ad alimentare il già consistente traffico; subiranno tempi di percorrenza più lunghi, aumento esponenziale degli incidenti. I cittadini di Pian del Quercione di conseguenza avranno un notevole aumento dell’inquinamento acustico e atmosferico contraddicendo quello che ultimamente viene trasmesso dai mass-media sulla ricerca di soluzioni per evitare un danno alla salute dall’eccessivo smog: da questo punto di vista l’appellativo di “Comune virtuoso” stona un po’.
Ribadiamo che questa decisione non porterà benefici a nessuna parte in causa, se non alla Società Autostradale che per vedere aumentare i propri profitti peggiorerà gravemente la vita quotidiana dei cittadini. Nonostante apprezziamo gli accorgimenti del Sindaco Franco Mungai per limitare in qualche modo il disagio, evitando il transito dei mezzi pesanti e favorendo i residenti con la riduzione dell’importo grazie alla ViaCard, ci dispiace che la politica a tutti i livelli (visto che la politica è mediazione e confronto) abbia fallito anche in questo caso, infatti non è riuscita né a realizzare la Variantina, né ad evitare l’entrata in vigore del pedaggio (almeno per i residenti del Comune)”.

No comments

*