“No alla svendita delle case popolari”, protesta davanti al Comune

0

MASSAROSA – Stamani mattina una ventina di attivisti di Unione Inquilini e Brigata Sociale Antisfratto sono scesi in piazza davanti al comune di Massarosa, per dire no alla svendita delle case popolari, voluta dal governo con il decreto Lupi.

“La manfrina secondo cui bisognerebbe svendere le case esistenti per costruirne di nuove – si legge in una nota – non ci ha mai convinto: occorre un piano di edilizia popolare che parta dalla valorizzazione dell’enorme patrimonio immobiliare sfitto per fare fronte all’emergenza abitativa drammatica che attanaglia il nostro paese, e anche il comune di Massarosa, che pur essendo classificato come comune ad alta tensione abitativa ha una carenza di alloggi popolari al limite dello scandalo: su circa 120 richiedenti casa popolare, ERP non riesce a soddisfare le domande nemmeno dei primi in graduatoria! Il risultato é che domani mattina una famiglia con tre minori a carico, che risulta ai primi posti della graduatoria, avrebbe rischiato di finire in mezzo a una strada, a causa di uno sfratto per morosità incolpevole, se i servizi sociali del comune non avessero fatto i salti mortali per trovare una soluzione provvisoria. Dal momento che il sindaco in campagna elettorale si é assunto l’impegno di garantire il passaggio da casa a casa delle famiglie, chiediamo con urgenza che venga sollecitato un intervento di ERP: non siamo disposti a tollerare che delle mancanze della politica e degli enti predisposti a soddisfare il bisogno di edilizia popolare debbano subire sempre le fasce più deboli della popolazione”.

No comments

*