Nuovo Mercato Ittico: un cancello chiuso non basta a fermare le irruzioni

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) –  Che non bastasse un cancello chiuso da un lucchetto, e un cartello con la scritta divieto di accesso, a fermare le irruzioni, e i bivacchi di chi è senza un tetto sulla testa, era ovvio. I blitz all’interno, ripetuti nel tempo, anche per mano dei militari della Guardia Costiera, a poco son serviti, visto che scavalcare una delle tante reti non è una mission impossible e, soprattutto, lato sud, una parte della recinzione è stata manomessa e entrare nell’edificio in costruzione, anche se i lavori, causa fallimento della ditta appaltrice, sono fermi, è un gioco da ragazzi.

10850083_1599212990310767_7077156544895671948_n“Con determinazione n. 1669 del 3 settembre, il Dirigente Area Assetto e Gestione del Territorio ha dato il via all’attesa gara per le opere di completamento del nuovo mercato ittico – si leggeva nel sito del Comune di Viareggio lo scorso 4 settembre -:” Come è noto, nel maggio 2011 i lavori erano stati affidati alla ditta La Quadrifoglio Scavi Srl e due anni dopo il contratto era stato consensualmente risolto per interruzione dei lavori e successivo fallimento della società. La gara, che utilizza il criterio del prezzo più basso da determinarsi mediante ribasso, prevede un importo complessivo dei lavori pari a poco più di 1,5 milione di euro. Il cronoprogramma prevede il completamento dei lavori in 250 giorni dall’aggiudicazione definitiva che dovrebbe avvenire ai primi di gennaio 2015″. “Questa è una delle tante ‘incompiute’ di Viareggio – dichiarava nell’occasione l’allora assessore ai Lavori Pubblici, Romanini – attesa non solo dalla cittadinanza ma soprattutto dal settore ittico, le cui imprese da tempo lamentano una sede adeguata alla commercializzazione dei loro prodotti, utile sia sotto il profilo dell’economia che sotto quello del turismo e del commercio e capace di valorizzare il pescato locale. Non appena daremo il via ai lavori, per non perdere ulteriore tempo lavoreremo ai bandi di gara per l’affidamento sia della struttura di bar e ristorante, sia della gestione del mercato, anche tenendo in considerazione le strumentazioni che grazie ai fondi FEP abbiamo ottenuto”.

I lavori al momento sono fermi, anche se, sembra, ripartiranno presto. Rimane il fatto che li dove doveva sorgere il nuovo Mercato Ittico, vista porto, sotto il faro, a due passi dal “muraglione”, di là dal molo, è l’inferno: giacigli di fortuna e pattume.  Le immagini, scattate questa mattina, non hanno bisogno di parole…

No comments

*