Nuovo polo scolastico, il 31 gennaio il taglio del nastro

0

MASSAROSA  – Una festa, sabato 31 gennaio, per inaugurare la più grande opera pubblica realizzata dall’amministrazione Mungai.
“E’ il nuovo polo scolastico realizzato a Piano di Conca, grazie ad un’innovativa formula che il comune di Massarosa ha utilizzato per primo in Italia e che ci ha fatto conquistare tantissimi riconoscimenti – spiega il sindaco Franco Mungai. Sono orgoglioso di poter affermare che abbiamo saputo tradurre un’idea in un progetto che è stato realizzato in soli 18 mesi. Un tempo record, specialmente per una pubblica amministrazione! Anzi lo definirei –aggiunge- un vero e proprio miracolo concretizzato grazie alle risorse umane del nostro Comune e ad un team di aziende artigiane che hanno dimostrato quanto la piccola imprenditoria sia ancora viva e vitale nel nostro Paese.
A Piano di Conca con questo intervento è stato realizzato un vero e proprio “campus” all’americana, dove i ragazzi potranno andare dal nido alle medie, grazie alla vicinanza degli edifici. Una scuola moderna realizzata con criteri innovativi: dalle tecniche costruttive, ai materiali impiegati, all’ attenzione particolare ai disabili con percorsi per i non vedenti, con aule ampie e confortevoli dotate di un notevole abbattimento acustico.
E poi ancora- aggiunge Mungai, una straordinaria palestra ottagonale, una moderna e dinamica passerella che collega il vecchio e il nuovo edificio, arredi scelti a stretto contatto con i dirigenti e gli insegnanti per raggiungere il massimo confort per i ragazzi, due parcheggi a servizio delle scuole collegati pedonalmente con gli edifici, un modernissimo centro cottura, refettori e aule per attività didattiche di tipo scientifico. Un intervento che ha compreso anche la ristrutturazione e l’ampliamento della direzione didattica che è stata riconsegnata in soli 4 mesi.
Il complesso sarà inaugurato sabato 31 gennaio, con una grande festa a cui sono invitati tutti i cittadini- conclude Mungai- che inizierà alle 10 con il taglio del nastro e proseguirà per tutta la giornata con visite guidate, intrattenimento, musica e divertimento”.
I ragazzi, durante l’esecuzione dell’opera, che ha interessato anche edifici esistenti quali la materna e l’elementare, erano stati momentaneamente trasferiti presso i plessi scolastici di Piano di Mommio, Stiava, Bargecchia e nella vicina scuola media. Adesso, a partire da lunedì 26 gennaio, rientreranno nella loro scuola.

No comments

*