Omaggio alla Corea al Galà del Pucciniano

0

TORRE DEL LAGO – Una serata di Gala omaggio alla musica e cultura  coreana voluta dalla Fondazione Festival Pucciniano nel cartellone 2014 del Festival Puccini. Un evento sostenuto e patrocinato dalle Istituzioni Coreane e organizzato da Beseto Opera Company, una delle più importanti compagnie coreane impegnate nella produzione di spettacoli d’opera, la stessa che ha prodotto Turandot in collaborazione con la Fondazione Festival Pucciniano andata in scena a Seoul nel 2013 con la regia di Daniele De Plano e Giovanna Casolla nel ruolo del titolo.

Lo spettacolo  del prossimo 28 agosto nel Gran Teatro Giacomo Puccini si inserisce nel cartellone delle Celebrazioni dell’anniversario dei 130 anni dell’avvio delle relazioni diplomatiche tra l’Italia e la Corea del Sud,  anniversario che è stato celebrato anche in Corea con una  serie di eventi concerti, simposi e iniziative economiche e commerciali e  a Seoul   con una grande mostra dedicata al primo grande maestro della diplomazia: Niccolò Machiavelli.

Oltre  40 artisti giunti dalla Corea che giovedì 28 agosto regaleranno al pubblico del Teatro di Puccini uno spettacolo di opera e danza con i costumi tipici coreani. Una tournèe  coordinata dal soprano coreano Cristina Park.

La Città di Viareggio è particolarmente lieta di ospitare questa serata e rendere omaggio alla straordinaria tradizione culturale e musicale coreana– dichiara il Sindaco di Viareggio Leonardo Betti – e abbiamo, con la presidente della Fondazione Adalgisa Mazza pensato di offrire alla Città questo straordinario spettacolo che sarà così una occasione ulteriore per fruire del bellissimo teatro dedicato  a Giacomo Puccini, orgoglio della nostra comunità.

Abbiamo voluto questa serata- dichiara Adalgisa Mazza, presidente della Fondazione- per riaffermare l’attenzione della Fondazione nei confronti della cultura e della musica orientale , ma anche per  proseguire un progetto di scambi culturali con l’estremo oriente che ha visto il Festival Puccini di Torre del Lago più volte protagonista in Corea con la messa in scena di proprie produzioni. Ringrazio le Istituzioni Coreane che hanno scelto la nostra città ed il nostro Festival per organizzare questa serata così speciale e ringrazio il Maestro Marco Balderi che ha lavorato con gli artisti italiani e coreani per regalarci questo evento davvero straordinario.  L’invito pertanto a tutta la città a partecipare (ingresso libero) per rendere omaggio a questi artisti e per rinnovare nel nome della musica l’amicizia tra i nostri due Paesi.

Lo spettacolo si svolgerà in due parti  : nella prima parte   arie, duetti e cori  tratti da due delle più popolari opere liriche coreane, Hwangjini e Chunhyang Jeon e nella seconda parte  il  balletto coreano tradizionale.

 

No comments

*