Operatori statunitensi incantati dalla Versilia outdoor

VERSILIA – La Versilia dell’outdoor conquista gli Stati Uniti: all’ultimo Adventure Travel World Summit, il “vertice” mondiale del turismo avventura che si è svolto a Montecatini Terme dal 15 al 18 ottobre, gli operatori statunitensi hanno risposto con grande entusiasmo alla delegazione del Consorzio di Promozione versiliese che, nell’occasione, si è fatta portavoce dell’offerta turistica comprensoriale “declinata” sull’ambiente.
Oltre 750 fra tour operator, giornalisti, scrittori e influencer, agenzie del turismo e partner industriali hanno partecipato da tutto il mondo all’iniziativa organizzata da Toscana Promozione Turistica in collaborazione con l’Adventure Travel Trade Association, per far scoprire ai buyers le mille opportunità del Granducato anche nel settore del turismo attivo, fatto di camminate, escursioni in bici ma non solo per scoprire in modo diverso i territori della propria vacanza.
“Un segmento nuovo per la Versilia – ha riferito la presidente del Consorzio di Promozione Turistica, Roberta Palmerini – ma un percorso che, come ente, abbiamo già intrapreso con il nostro progetto di marketing territoriale #inVersilia e che puntiamo a consolidare”. Trekking, mountain bike e climbing sulle Apuane, kayak nel lago di Massaciuccoli, kitesurf, surf e sup sulla costa: questo e molto altro le operatrici dell’ente turistico versiliese hanno mostrato ai buyers provenienti da Europa, Asia, Nord e Sud America, riscuotendo un forte apprezzamento soprattutto dai tour operator statunitensi.
“E’ stata un’occasione molto proficua di confronto e scambio – conclude Palmerini – perché oltre a proporre il territorio in questa nuova dimensione, attraverso il Summit ci siamo potuti inserire in una rete internazionale di operatori, allacciando contatti che cercheremo di mettere a frutto fin da subito per una diffusione ancora più capillare del ‘prodotto’ Versilia”.