Operazione abbattimento: adieu alle palme

3

VIAREGGIO –  Povera piazza Mazzini: non bastavano le buche, le panchine rotte, i marciapiedi sconnessi, le buche che sembrano voragini. Anche le palme, quelle storiche, stanno morendo: uccise dal punteruolo rosso. Stamattina, grazie al contributo dell’Unione dei Comuni e alla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, che ha stanziato la cifra di 21.350 euro ( leggi anche: Unione dei Comuni e Fondazione Crl insieme contro il …), alla presenza dell’ex assessore al Verde Pubblico Sergio Fruzza, gli operai hanno iniziato l’operazione di abbattimento dell 49 palme infestate. E nel grigiore della giornata piovosa, la piazza davanti a Palazzo delle Muse, quella affaccia sul Belvedere delle Maschere, e sul mare, appare ancora più triste. In una Viareggio dissestata, il biglietto da visita non da cartolina souvenir… lascia il tempo che trova.

( foto di Letizia Tassinari )

 

3 comments

  1. Domenico Lantieri 12 novembre, 2014 at 12:45 Rispondi

    La cura esiste. Viene praticata in Italia fin dal 2008 ed è efficace al 98%.
    Le palme infestate dal punteruolo rosso possono essere trattate con il metodo endoterapico, brevetto internazionale del Dr Agr. Metwaly. I gradi d’infestazione sono 6 (daall’1 al 6) Al sesto grado la palma è morta. Per i gradi precedenti la cura si può praticare, ma si deve intervenire subito. Ogni giorno che passa la situazione peggiora. Consultando la pagina del sito citato si possono avee tutte le informazioni che servono per comprendere e, volendo, agire per salvare le palme. La mia email si può pubblicare. Mi batto dal 2009 per diffondere linformazione. non sono un imprenditore, ma ho ingaggiato il Dr. Metwaly per salvare le 60 palme del mio condominio, che, oggi sono tytte rigogliose e stupende. Sul territorio pubblico che circonda il mio condominio (Roma, Via Cina, 451) le palme sono tutte morte, come quelle trasmesse in questo servizio. (Ing. Domenico Lantieri).

Post a new comment

*