Ospedale della Versilia: mozione trasversale per salvare il futuro di reparti, personale e servizi

0

PIETRASANTA – Una mozione senza colori e simboli di partito per chiarire il futuro dell’Ospedale Versilia e allontanare il rischio depauperamento di reparti, personale e servizi. Il documento, varato dal neonato Coordinamento Intercomunale Sanità, in cui sono rappresentati i Comuni della Versilia, sarà discusso in tutti i consigli comunali del territorio. A Seravezza la mozione è già stata approvata all’unanimità, a Pietrasanta sarà portata all’attenzione dell’assise cittadine nella prossima seduta. I contenuti sono stati illustrati dai consiglieri Francesca Bresciani, Alessandro Ronchi e Alberto Giovannetti e, in rappresentanza del Coordinamento Intercomunale Sanità, dal consigliere del Comune di Seravezza, Vanessa Greco.

“E’ una mozione volutamente trasversale – dice Francesca Bresciani – L’obiettivo è quello di richiamare l’attenzione della politica sul problema sanità e sul processo di depotenziamento dell’Ospedale Versilia, che è in atto da tempo”. La mozione chiede la calendarizzazione di un consiglio comunale congiunto sulla questione. “Carenze e liste d’attesa interminabili – argomenta Alessandro Ronchi – sono la spia di un regresso dei servizi, che sta costringendo sempre più cittadini a rivolgersi a strutture private. C’è bisogno di un intervento tempestivo per invertire questo trend”.

Il Coordinamento Intercomunale Sanità è nato poche settimane fa, su iniziativa di Vanessa Greco, che spiega: “L’idea è partita dalla volontà di unire le forze per scuotere la Regione e i sindacati su un tema delicato come quello della Sanità, che tocca da vicino tutti i cittadini. L’interesse di difendere l’Ospedale della Versilia è di tutti i Comuni e spero che, come a Seravezza, la mozione abbia un riscontro positivo unanime”.

Ecco i membri del Coordinamento Intercomunale Sanità: Vanessa Greco, Francesca Bresciani, Alessandro Ronchi, Gianpiero Lorenzoni, Fabio Giannotti, David Marcucci, Alessandro Santini, Alberto Coluccini.          

 

No comments

*