Paoli al Sindaco: “Emergenze dimenticate”

0

VIAREGGIO – Verde trascurato, manutenzione idraulica zero, degrado nei parcheggi scambiatori. Sono queste le emergenze croniche “dimenticate” dal sindaco Leonardo Betti.

“Mentre il primo cittadino continua a sfogliare i petali della margherita (mi dimetto o non mi dimetto, dissesto o non dissesto) la città affonda definitivamente” – è il duro attacco del consigliere comunale di Forza Italia Aldo Paoli.

“A tre settimane del voto sul bilancio consuntivo, questa giunta – ancora dimissionaria per altro – troppo presa a litigare, a smentire alla sera le dichiarazioni rilasciate al mattino, a tentare l’ennesima, disperata operazione di persuasione dei consiglieri comunali dissidenti interni al PD, si è completamente dimenticata di amministrare l’ordinario” – prosegue il consigliere azzurro.

“Basta fare un giro nei parcheggi scambiatori di Viareggio, come quello di viale Einaudi, all’incrocio con via Fratti. Erba alta, sporcizia, rifiuti abbandonati e un generale senso di degrado. Lo scenario non cambia al parcheggio di via Aurelia Nord alla Migliarina, alle spalle della stazione ferroviaria. Che dire poi dei tombini per lo scolo delle acque chiare: la pulizia dei chiusini non è ancora partita. Siamo alla vigilia della stagione autunnale: se l’amministrazione non interviene nella manutenzione la città è seriamente a rischio allagamenti, ancora più che nei mesi scorsi. Per non parlare del mancato sfalcio dell’erba ai cigli della strade. E’ il caso del viale dei Tigli, zona chioschetti, in Darsena. I cespugli che nascono ai piedi dei tigli sono cresciuti a dismisura, ostacolando talvolta la vista agli automobilisti. Un problema di sicurezza e decoro che la giunta sembra non vedere.

“Di fronte a tutto questo il sindaco Betti cosa intende fare?” – chiede il consigliere di Forza Italia. “Se è vero che la priorità in questa fase è la gestione della situazione finanziaria, è altrettanto vero che Viareggio e i viareggini non possono aspettare in eterno di essere amministrati adeguatamente. Mentre il sindaco tra proclami e annunci cerca di discolparsi dell’empasse amministrativo e politico attuale, la città è già di fatto senza una guida.”

No comments

*