Passeggiata: il vicesindaco Romanini risponde ad Ascom

0

“Ascom, come ormai ci ha abituati in un ritornello continuo ed anche monotono, parla di cose che non sa. Infatti, non essendo un’associazione rappresentativa a livello nazionale, è esclusa dalle riunioni che, settimanalmente, si tengono presso il mio ufficio.

Non solo, come da più parti richiesto, da 5 mesi lavoro al superamento della ormai famosa delibera 320 della Giunta del  23/07/2012, contro la quale Ascom non si è mai scagliata con veemenza, forse chi l’ha partorita gli era più affine. Ricordo che per quella delibera furono necessari 4 anni della Giunta Lunardini ed oggi Ascom pretende che io la annulli e la riproponga a 5 mesi dal mio insediamento facendo tutti felici: per i miracoli, mi verrebbe da dire ad Ascom, ci stiamo attrezzando.

Ma, cara Ascom, si fa presto a parlare senza sapere né di regole né di tempi. Ho detto prima della fine dell’estate e così sarà e, se Ascom mi permette, decideremo come è meglio non solo per le aziende commerciali che insistono sulla Passeggiata, ma anche per tutti i cittadini cui appartiene il ‘salotto buono’ della città ed al cui futuro le mie scelte devono rispondere.

Gli esercizi che si sono adeguati alla 320 ci hanno dimostrato come il lavoro, se svolto con serietà, non è ostacolato da un ombrello o da un dehor, mentre il decoro tutto della Passeggiata cambia notevolmente a seconda di quale scelta venga fatta.

Vorrei ricordare ad Ascom, e soprattutto ai suoi associati, che la problematica dei coni visivi (che la 320 sposava in pieno) è superata con le scelte fatte da questa amministrazione comunale, così come sono superati la profondità (da 5 a 5,6 metri) e le altezze.  E sono scelte queste a tutela del decoro sì, ma anche del lavoro degli esercizi, elemento che con la 320 non era tutelato. Se poi Ascom vuole tornare indietro, riproporre la delibera 320, lo dica chiaro e tondo, evitando questi interventi random che inaspriscono i rapporti tra Comune e commercianti, non utili a nessuno.

Infine, per quel che mi riguarda, il lavoro con Confcommercio e Confesercenti continua, in una dialettica serena e produttiva, pronta ad arrivare presto al miglior risultato per la città, per il turismo, per gli esercizi, come sempre abbiamo condiviso.”

 

 

No comments

*