Per i controlli agli ultrasuoni sugli assili? “Occorrono due ore e mezzo, circa”

0
VIAREGGIO – Per i controlli agli ultrasuoni sugli assili? Occorrono due ore e mezzo, circa. Ad affermarlo, questa mattina in aula al Polo Fieristico, durante l’udienza del processo sulla strage di Viareggio, è stato il teste Stefano Cantini, ingegnere responsabile dell’officina Lucchini di Lovere. Un tempo, quello indicato dal perito, che “cozza” con quanto accertato dalla Procura: alla Jungenthal, quattro mesi prima che il treno merci deragliasse in stazione provocando l’inferno, l’esame in questione sarebbe durato pochi minuti.  Presente, oggi al processo, nelle vesti di imputato, l’ingegner Rainer Kogelhaiede, ad di Gatx Germania, multinazionale titolare del treno incriminato, e direttore generale delle officine Jungenthal,  dove appunto il carro fu revisionato, la cui presenza in aula è stata assistita da un interprete. Un’udienza “tecnica”, quella odierna, dove tra interrogatori e contro esami, si sono alternati i testi tecnici sul tema cricca, assile, picchetto.

No comments

*

Droga, tre arresti

FIRENZE -La Polizia ha arrestato tre cittadini marocchini, A.B., R.B. ed A.S rispettivamente di 32, 35 e 36 anni, al momento ritenuti responsabili di detenzione ...