Pericolo alghe nella Farabola, Stelo vieta balneazione, pesca e attività ludico ricreative

VIAREGGIO – Divieto di balneazione, pesca e attività ludico ricreative di transito nel Fosso Farabola, nel territorio Comunale. Il Commissario Prefettizio Fabrizio Stelo “preso atto della nota del 29 agosto, pervenuta da parte di ARPAT—nella quale si fa riferimento alla presenza alghe verdi del Microcystis e Euglena Virids sull’acqua del Fosso Farabola, consideraato che : la presenza in particolare dell’alga Microcystis puo’ dare atto alla produzione di cianottossine velenose; l’uomo può essere esposto soprattutto per via orale attraverso gli alimenti, ( pesci e vegetali ) in misura minore anche per via cutanea e respiratoria; il Regolamento CE 853/2004 prevede che i prodotti della pesca contenenti biotossine non debbono essere immersi sul mercato e vengono dichiarati non idonei al consumo umano con il Regolamento CE 854/2004; ritenuto di dover emettere, sulla base della comunicazione di ARPAT del 29/08/2016 prot. 58082 un provvedimento volto ad evitare che siano consumati alimenti derivanti dalla pesca ,che sia vietata qualsiasi attività ludico ricreativa di transito ,al fine di eliminare qualsiasi rischio per la salute dei cittadini, visto l’articolo 50 del T.U.E.L. ordina che sia vietato in tutto il Fosso Farabola compreso nel territorio Comunale, l’attività di pesca , di consumo dei prodotti ittici , qualsiasi attività ludico ricreativa di transito, fintantoché le verifiche dell’ARPAT non abbiano escluso rischi sulla salute pubblica .-2. che il cantiere comunale provveda immediatamente alla sistemazione della opportuna segnaletica indicante i suddetti divieti 3. Di trasmettere copia del presente provvedimento all’ARPAT di Lucca, al corpo di polizia Municipale, alla Ausl Nord ovest Versilia , Capitaneria di Porto , ognuno per le rispettive competenze”.

14203440_10206355527160860_64445196_o

 

 

Lascia un commento