“Periferie sicure”, tre arresti tra Camaiore e Forte dei Marmi: sequestrata merce contraffatta

0

VERSILIA – Sono proseguiti senza sosta i controlli dei Carabinieri su tutto il territorio della Versilia.

Infatti, come stabilito dal Prefetto di Lucca e dal Comandante Provinciale dei Carabinieri, è stata data piena attuazione all’operazione “Periferie sicure” predisposta dal Ministero degli Interni al fine di prevenire e reprimere la commissione di furti, scippi e rapine e contrastare ogni tipo di illegalità.
Proprio nel corso di tali controlli i Carabinieri della Stazione di Forte dei Marmi, nel corso della serata di ieri, hanno tratto in arresto in flagranza di reato  Stefano Poli, classe 1987, giardiniere, pregiudicato, poiché ritenuto responsabile del reato di furto aggravato. In particolare i Carabinieri intervenivano in via Risorgimento ove una donna aveva sorpreso un uomo mentre armeggiava vicino alla sua bici elettrica. I militari agivano quindi prontamente bloccando il soggetto ed eseguendo immediate verifiche. Il Poli appariva sin da subito in difficoltà e nell’immediatezza i Carabinieri ascoltavano alcuni testimoni che confermavano che il predetto con una tenaglia aveva cercato di rompere la catena a cui era assicurata la bici. Inoltre i militari constatavano che dalla bicicletta era stato asportato il pacco batteria. Condotto in caserma e a seguito di ulteriori accertamenti i Carabinieri riuscivano a recuperare il pacco batteria che il predetto aveva provveduto a riporre in uno zaino. Una volta terminate le formalità di rito, l’arrestato è stato ristretto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Viareggio ove ha atteso l’udienza di convalida che ha avuto luogo questa mattina presso il Tribunale di Lucca. A seguito dell’udienza l’arresto è stato convalidato e il predetto è stato condannato a 10 mesi di reclusione che sconterà agli arresti domiciliari.
Inoltre nel corso di una seconda circostanza i Carabinieri della Stazione di Camaiore hanno tratto in arresto in flagranza di reato Giovanni Musso, classe 1965, disoccupato, pregiudicato, poiché ritenuto responsabile del reato di evasione.In particolare i Carabinieri, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso il predetto mentre si trovava fuori dalla propria abitazione nonostante fosse in atto sottoposto al regime della detenzione domiciliare per una precedente condanna. Condotto in caserma e una volta terminate le formalità di rito, l’arrestato è stato ricondotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari ove ha atteso l’udienza di convalida che ha avuto luogo presso il Tribunale di Lucca. A seguito dell’udienza l’arresto è stato convalidato e il predetto è stato nuovamente sottoposto agli arresti domiciliari.
Nel corso di un ulteriore controllo, sempre i Carabinieri della Stazione di Camaiore, su ordinanza emessa dalla Corte d’Appello di Firenze, hanno tratto in arresto  Wilson Parenti, classe 1979, nullafacente, pregiudicato, poiché era stato accertato che il predetto aveva in più circostanze violato la misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di uscire dalla propria abitazione dalle ore 22.00 alle 07.00 del mattino cui era sottoposto in quanto imputato nell’ambito di un procedimento penale in corso. L’uomo è stato quindi condotto in caserma e, terminate le formalità di rito, è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Lucca ove rimarrà a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
Infine nel corso di un ulteriore mirato servizio finalizzato a contrastare la vendita di prodotti con marchi contraffatti lungo la passeggiata di Lido di Camaiore, i Carabinieri della locale Stazione durante la mattinata di ieri hanno condotto un costante pattugliamento in uniforme ed abiti civili che ha costretto alla fuga numerosi venditori abusivi che hanno dovuto abbandonare tutta la merce illecitamente messa in vendita.
In totale solo durante la mattinata di ieri sono stati recuperati e posti sotto sequestro i seguenti articoli tutti riportanti marchi palesemente contraffatti: 1 portafoglio con marchio “Prada”, 7 marsupi con marchio “Napapjri”, 35 paia di scarpe con marchio “Saucony”, “Nike”, “Adidas”, “Converse” e 14 borse con marchio “Prada”, “Michael Kors”, “Liu Jo” e “Obag”.

No comments

*