Perseguita una donna per aver fatto foto osè, in manette un 26enne

0

MASSAROSA – Al termine di una mirata attività d’indagine i Carabinieri del Comando Stazione di Massarosa hanno arrestato in flagranza di reato un italiano di 26 anni, incensurato, poiché ritenuto responsabile del reato di tentata violenza sessuale, danneggiamento aggravato e minaccia.
In particolare i militari, come spiegato dai vertici dell’Arma, a seguito di un lungo servizio di osservazione, sorprendevano durante la notte il soggetto mentre stava danneggiando l’autovettura di una giovane donna del luogo rigandone la fiancata.  A seguito degli immediati accertamenti condotti i Carabinieri riuscivano ad  appurare che fin dai primi giorni di aprile la donna aveva ricevuto diverse lettere minatorie recanti chiare minacce finalizzate a costringerla a consegnare delle foto che la ritraessero nell’atto di compiere specifici atti sessuali. La vittima però si rifiutava di aderire alle richieste scatenando la reazione del soggetto che in ben tre occasioni danneggiava l’autovettura della vittima incidendo la carrozzeria con degli oggetti appuntiti e rompendo vetri o specchietti retrovisori, sempre con l’obiettivo di incuterle paura e costringerla a fare quanto da lui richiesto. Il terrore della vittima aveva finalmente termine con l’intervento dei Carabinieri che riuscivano a sorprendere il soggetto mentre provava a portare a compimento l’ennesimo raid. L’arrestato forniva quindi una completa dichiarazione di colpevolezza e, dopo le incombenze di rito, veniva accompagnato presso la propria abitazione agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lucca.

No comments

*