Pesca di frodo a levante, sequestrata una rete

0

VIAREGGIO – Pesca di frodo. E Capitanerie di Porto in azione.

unnamed

Durante il quotidiano pattugliamento costiero nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”, i militari della Guardia Costiera a bordo del battello GC A78, presso la Marina di Levante, hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro amministrativo una rete da posta tipo tramaglio di lunghezza circa 200 metri posizionata da ignoti, senza alcuna segnalazione, a circa 180 metri dalla spiaggia, in una posizione potenzialmente pericolosa per la balneazione.

unnamed

Nella tarda mattinata, poi, i marinai in divisa bianca sono stati impegnati  per fare usciere a rimorchio dalla banchina Santina Berti del porto di Viareggio, destinazione La Spezia, dove sarà completato l’allestimento, il S/Y di Perini “PERSEUS III”, lunghezza 60 metri e pescaggio 4 metri circa. Le operazioni, coordinate dalla sala operativa e dall’ufficio nostromi della Capitaneria di porto, si sono svolte in sicurezza, anche con l’ausilio del pratico locale e di due rimorchiatori.

Nel pomeriggio, inoltre, dopo il maltempo dei giorni scorsi, sono riprese le verifiche in banchina ed in mare alle unità da diporto: qualora i controlli alla documentazione di bordo ed alle dotazioni di sicurezza abbiano riscontro positivo, gli uomini della Capitaneria di porto provvedono a rilasciare il “bollino blu” (ad oggi sono già stati rilasciati oltre 80 tagliandi) che attesta l’avvenuta verifica evitando, di massima, ulteriori controlli. Una forma di collaborazione tra Forze di Polizia cha ha l’obiettivo di semplificare la vita dei diportisti, rendere più efficace la sorveglianza in mare ed evitare, per quanto possibile, sprechi di risorse ed inutili duplicazioni.

Il numero blu gratuito 1530, ricorda il comandante Iacono, è  attivo h24, per ogni emergenza in mare.

No comments

*