Pestaggio in Darsena: “Sono stato io”, un 17enne confessa

2

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Svolta nel caso del giovane di Massarosa massacrato a colpi di casco in Darsena la notte di Halloween. Accompagnato dai suoi legali, avvocati Giacomo Ciardelli e Valentina Tognocchi,  un 17enne si è presentato in Commissariato ammmettendo di aver colpito Manuele Iacconi, ma dando una versione diversa dei fatti rispetto a quanto riferito dai vari testimoni del fatto. “Ho agito da solo – ha raccontanto ai poliziotti, aggiungendo che stava tornando a piedi da un locale del vialone e una volta in via Coppino, nei pressi della piadineria, di aver chiesto una sigaretta a Iacconi che era in auto fermo in coda al semaforo. Gesto, questo, frainteso da Manuele Iacconi che sarebbe sceso, lo avrebbe preso per il bavero e schiaffeggiato. “Mi sono difeso – ha aggiunto il minorenne -, ho raccattato un casco che era in terra e ho iniziato a colpirlo”. Fino a mandarlo in coma. Poi la fuga, a quanto ha raccontato alla Polizia, da solo.

Un racconto, quello del 17enne che vive al Varignano, che non ha convinto gli inquirenti, ma le sue ammissioni sono state prese a verbale e inviate in Procura, a disposizione del pm Sara Polino. Le indagini da parte degli investigatori sulla brutale aggressione avvenuta alle 2 di notte del 1 novembre ( leggi anche: :Notte di sangue in Darsena: 35enne di Massarosa grave in ospedale,  Aggredito a colpi di casco, la vittima è in coma , Massacrato col casco, si stringe il cerchio sugli aggressori: la banda ha le ore contate e Pestaggio di Halloween, la vittima operata alla testa e intubata) proseguono. L’ipotesi che ad agire sia stato un “branco”, con volti noti alle forze dell’ordine per altri episodi di violenza, sarebbe avvalorata dalle immagini acquisite e dalle testimonianze. Iacconi, ricoverato in rianimazione, è ancora in coma.

 

2 comments

  1. ILENIA 6 novembre, 2014 at 08:53 Rispondi

    AHAHAHAHAHHAHA ERA X LOCALI DA SOLO E A PIEDI, HA CHIESTO UNA SIGARETTA A UNO CHE STAVA IN AUTO, COSTUI LO HA AGGREDITO E LUI SI E’ DIFESO CON UN CASCO TROVATO LI PER CASO…. MA AVVOCATO CIARDELLI, MA CHE CORAGGIO HA A DIFENDERE UNA VERSIONE DEL GENERE?!

  2. leonardo 6 novembre, 2014 at 12:23 Rispondi

    ahahahah questa se la panche risparmiare….Manuel che aggredisce un ragazzo per avergli chiesto una sigaretta?? quelli che stai difendendo non avranno molto da ridere quando verranno presi spero che la loro condanna sia esemplare …per quello che riguarda te .mi auguro che oltre l’aggressione tu venga condannato per tentato omicidio insieme ai tuoi amici , ma anche per falsa testimonianza e tentativo sviare le indagini in corso .

Post a new comment

*