Piante pericolose e censimento, dopo il caso fiorentino scende in campo Fruzza

0

La problematica sollevata dalla triste vicenda accaduta nel parco delle Cascine, a Firenze ( Uccise da un albero alle Cascine, in arrivo gli avvisi di garanzia), è ben nota a questa Amministrazione, specie in un territorio che ha così ampie aree verdi e su cui sono presenti oltre 20.000 alberi”.

E’l’assessore Fruzza a dare spiegazioni alla città in merito al censimento delle piante “pericolose”, e a rischio caduta.

“E’ dal 2012 – aggiunge –  che questa Amministrazione ha infatti avviato un vasto monitoraggio delle alberature presenti sul territorio comunale e da quando ci siamo insediati tale censimento ha subito una forte accelerazione. Si tratta di un lavoro imponente, eseguito dal Prof. Fabrizio Cinelli, agronomo e docente dell’Università di Pisa, che ha interessato ad oggi 4.000 piante, per una spesa complessiva di 25.000 euro. Abbiamo iniziato a svolgere questo lavoro di monitoraggio dalle zone della città con maggiore presenza di persone, abitazioni ed autoveicoli, proprio con l’obiettivo di rendere più sicura la cittadinanza da cadute improvvise. Tale lavoro proseguirà col taglio delle alberature individuate come più pericolose per la cittadinanza, con uno stanziamento di 46.000 euro che sarà presto a disposizione dell’Amministrazione: non è stato semplice reperirli, viste le condizioni disastrose del bilancio comunale, ma la pericolosità di alcune alberature presenti in città ci ha indotto a destinare alcune risorse a questi importantissimi interventi”.

 

No comments

*

“Un Parco di sogni”

TORRE DEL LAGO  – “Sia chiaro, malgrado l’inevitabile ironia che la relazione natalizia svolta dal Presidente del Parco questa mattina in Comune ha suscitato in ...