Piccoli criminali crescono: denunciato dalla Polizia di Stato un baby spacciatore

0

VIAREGGIO – Viareggio, viali a mare, due grandi esercizi commerciali in pieno stile liberty fanno da cornice ad una bella piazza con fioriere e panchine che si affaccia sugli stabilimenti balneari della città.
La zona è ormai tristemente nota per alcuni fatti incresciosi balzati alla cronaca locale tra i quali, solo per ultimo, lo spiacevole episodio di minacce alle commesse di uno dei due negozi colpevoli di richiamare alla civiltà un gruppo di giovanetti un pò troppo “esuberanti” nei confronti di clienti, fioriere e vetrine.
In età adolescenziale è normale eleggere a luogo di ritrovo con gli amici un area della città. Meglio se bella e con comode panchine.
Lo hanno fatto anche questi ragazzi, che gli anglofoni definirebbero teenager, e ieri pomeriggio si sono incontrati. Sono in sette seduti sulle panchine.
Non si aspettano che gli uomini del Commissariato di Viareggio, ormai attenti a ciò che succede da quelle parti, decidessero di effettuare un controllo. Sono invitati ad esibire i loro documenti di riconoscimento.
Uno dei ragazzi, pochi mesi alla maggiore età, è nervoso, non collabora e con qualche scusa tenta di allontanarsi dagli agenti.
Dice che deve chiamare la madre, che è in pensiero per lui e, mentre crede di non essere veduto dai poliziotti che controllano i documenti dei suoi amici, lascia cadere un borsello blu in un cestino per la raccolta dei rifiuti.
Troppo facile per gli agenti recuperarlo e scoprire che al suo interno vi erano nascoste sette dosi di hashish confezionate accuratamente in pezzi di pellicola trasparente.

Quanto basta per effettuare anche una perquisizione domiciliare alla ricerca di materiale utile alla prosecuzione delle indagini.
Gli anglofoni direbbero “bingo”. Nascoste all’interno di un armadio nella cameretta del giovane viareggino gli agenti hanno trovato altre 11 dosi di hashish confezionate nello stesso modo delle precedenti.
Al peso, le 18 dosi di sostanza stupefacente, corrispondevano a 19,70 grammi ed avrebbero fruttato al baby spacciatore un bel gruzzoletto, soldi facili insomma.
È così scattata, nei suoi confronti, la denuncia a piede libero per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il minore sarà ascoltato dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Firenze.

No comments

*