Pietrasanta, Forza Italia: “il futuro della città è in mano ai cittadini”

0

PIETRASANTA – “Forza Italia é un partito politico che ha fatto la storia degli ultimi vent’anni della nostra Città. Dal 1994 data in cui il primo club nacque a Pietrasanta il partito ha sempre espresso degli amministratori seri e avveduti. Nel 2006 con gli ingiustificati arresti dei nostri amministratori si é scritta una delle peggiori pagine della storia d’Italia. Oggi a otto anni di distanza quelle persone sono un esempio di onestà correttezza e capacità amministrativa.

“Da li si deve ripartire per continuare a dimostrare la nostra capacità di esprimere personalità capaci e per bene, in grado di tornare a far “sperare” le famiglie e le imprese del Comune di Pietrasanta. Nel riconfermare sin d’ora la nostra fiducia nel Coordinatore comunale Alberto Giovannetti, a pochi mesi dal rinnovo del Consiglio Comunale, del Sindaco e della Giunta municipale, Forza Italia ha il dovere di essere nuovamente il “motore” del futuro di Pietrasanta e della Versilia.

“Abbiamo dunque il dovere di offrire ai nostri concittadini un’alternativa credibile e seria ad un modo di amministrare che in questi ultimi quasi 5 anni ha condotto la Città sull’orlo del disastro economico, finanziario e sociale. Non possiamo ripercorrere gli errori commessi nel 2010 dalle forze alternative al centro sinistra, i tempi sono cambiati e tutti noi abbiamo certamente maturato la convinzione che uniti si può vincere. Forza Italia ha il dovere di agevolare una coalizione di tutte le forze moderate, civiche e politiche che si sentono alternative all’attuale modo di amministrare. Siamo quindi aperti a qualsiasi soluzione seria e competente tale da garantire un governo alla nostra Città.

“A tal proposito non escludiamo neppure elezioni primarie di coalizione nell’ipotesi in cui non si raggiunga entro e non oltre il 30 di ottobre 2014 una soluzione unitaria. Tra gli obiettivi irrinunciabili che ci prefissiamo ci sono:

• Ripensare all’attuale geografia dei comuni della Versilia, aprendo all’ipotesi di un unico soggetto amministrativo che abbia poteri e competenze tese ad unire tutto il territorio, almeno quello della Versilia Storica;

• Rilancio del turismo e della promozione turistica integrata comprensoriale;

• Ripensare alla gestione esterna delle attività di impresa e di quelle Culturali, con particolare riferimento alla Società  Patrimoniale, alla Fondazione La Versiliana, all’Ersu.

• Ricostruire l’organizzazione della macchina Amministrativa comunale, con responsabilità chiare e competenze inequivocabili;

• Rimodulazione della spesa pubblica, cercando di favorire nuovi investimenti, pubblici e privati per il rilancio dell’economia del territorio;

• Rivisitazione del Regolamento Urbanistico partendo dal contributo dei Cittadini, Ordini professionali, Imprese e Associazioni di categoria rappresentative, Associazioni di volontariato;

• Pulizia ed igiene del territorio. La dignità di un popolo parte sempre dall’ordine, dalla pulizia, dalla salubrità delle acque ;

• Riduzione entro tre anni della pressione fiscale, ormai insostenibile ;

• Imperativo ritrovare il dialogo con la cittadinanza, smarrito in questo ultimo quinquennio Amministrativo;

• Sicurezza sociale e pubblica;

TUTTI INSIEME POSSIAMO CONSENTIRE ALLE FAMIGLIE E ALLE IMPRESE DI POTER TORNARE A SPERARE.

No comments

*