Pioppogatto, Montemagni (Lega): «Rossi e il Pd forzano la mano, la Versilia paga per l’incapacità della Regione»

MASSAROSA – «Sulla gestione dei rifiuti la Giunta regionale è in stato confusionale e a farne le spese saranno i cittadini versiliesi costretti a farsi carico dei rifiuti provenienti da Firenze e Arezzo, che si troveranno così a pagare dazio per cambi di rotta elettorali di Rossi e del Pd» così la capogruppo della Lega in consiglio regionale Elisa Montemagni contesta la nuova autorizzazione concessa all’impianto di Pioppogatto.

«Il concetto di “economia circolare” di Rossi sembra essere del tutto particolare: annulla piani e progetti per cui si sono spesi tempo e soldi pubblici per non perdere voti, e scarica le conseguenze sulle Province più virtuose, ma non solo – prosegue Montemagni – l’aspetto più preoccupante è di come la Regione non si sia fatta troppi problemi a scavalcare ARPAT, che sulla situazione aveva espresso più di un dubbio in sede di conferenza dei servizi. E’ una decisione politica dunque, e la responsabilità è della Giunta Regionale guidata da Enrico Rossi».

«Dopo il maldestro tentativo di bypassare gli ATO attraverso il consiglio con una proposta di legge che si è poi arenata in commissione, Rossi ci riprova in modo più subdolo – spiega la consigliera leghista – In occasione del prossimo consiglio regionale presenteremo una mozione per chiedere che la Giunta faccia un passo indietro sulla vicenda, individuando altre soluzioni, e non forzando la mano su un impianto già al limite» conclude Montemagni.