Piuss, Romanini: “Tempus fugit…”

1

VIAREGGIO – Tempus fugit…. Il 31 dicembre 2014 è il termine ultimo per chiudere i conti col famigerato Piuss. In termini pratici vuol dire che devono essere ultimati i lavori di qualificazione della Passeggiata a mare, da Tito del Molo a Piazza Mazzini. Se ciò non viene fatto la Regione Toscana chiederà conto al Comune: ovvero chiederà indietro i soldi dalla stessa spesi per la pavimentazione delle aiuole.

La riflessione è di Gian Marco Romanini, ex vice sindaco di Viareggio, che aggiunge:  “La settimana prima della caduta della Giunta l’atto per iniziare i lavori era pronto per essere attuato entro il 3 di novembre ma fu stoppato dal ragioniere capo e poi ripreparato con estrema tempestivitàe cura  dall’ufficio tecnico e rimodellato a richiesta della ragioneria. Si tratta di un lavoro urgente da porre in essere d’accordo con gli operatori economici per raggiungere due tipi di obiettivi. Il primo è quello di avere una Passeggiata finalmente “decente” (senza toppe, senza buche che si riempiono d’acqua), il secondo garantire che questa “nuova” Passeggiata sia pronta per le feste e lo shopping natalizio per dare una boccata d’ossigeno ai commercianti e una bella infrastruttura per chi vorrà venire a Viareggio sotto Natale. E’ per questo che, con estremo rispetto ed altrettanta decisione, chiediamo al Commissario che voglia occuparsene, rimuovendo eventuali ostacoli tecnici alla delibera di inizio lavori e che riesca a far conciliare l’intervento (basta solo un pochino di occhio) con le esigenze dei cittadini e dei commercianti. Viareggio ha diritto ad avere la sua nuova Passeggiata, in tempi celeri e certi. Questa volta basta solo dare il via ad un atto già pronto dato che è tutto già concordato e fatto ed è solo una questione di buona volontà”.

1 comment

  1. Aliso 6 novembre, 2014 at 00:43 Rispondi

    Francamente questi amministratori meno parlano e meglio è. Perchè in 15 mesi hanno fatto dei begli arrosti anche loro. Al di là dei disavanzi di bilancio del Comune e delle Partecipate ereditati.

Post a new comment

*