Polizia in azione, da Viareggio a Torre del Lago: fugge in pineta, aveva precedenti per violenza sessuale

0

VIAREGGIO – Nella giornata di ieri è stato effettuato un nuovo, e vasto,  servizio di controllo del territorio che ha visto impegnati personale delle Volanti del Commissariato di Viareggio e quattro equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Toscana.  I poliziotti hanno attuato un mirato e preciso controllo della zona centro città, la pineta di ponente, il lungo mare fino al Lido di Camaiore.
Hanno inoltre concentrando gli sforzi particolarmente nella frazione di Torre del lago dove sono stati effettuati posti di controllo e controlli agli esercizi pubblici con l’intento di contrastare i fenomeni di criminalità diffusa, lo spaccio di stupefacenti e i reati contro il patrimonio.

Durante un controllo effettuato la scorsa notte all’interno della pineta di ponente, i poliziotti eseguivano un appostamento nei pressi dell’angolo tra la via Vespucci e la via Fratti.  Passati pochi minuti sono riusciti ad individuare tra le panchine ed i fossi del parco cittadino un gruppo di giovani extracomunitari che alla vista degli agenti si sono dati alla fuga.  Approfittando dell’oscurità e della folta vegetazione alcuni di loro lasciavano perdere le proprie tracce.  I poliziotti però riuscivano a bloccare B.C.M. marocchino di 21 anni in Italia irregolare e senza fissa dimora.  Lo straniero ha dapprima tentato di sfuggire alla presa ma la determinazione degli agenti lo ha costretto alla resa. Ù
All’interno delle sue tasche 1,6 grammi di cocaina suddivisa in dosi.  Già con precedenti per violenza sessuale, spaccio di stupefacenti, porto d’armi e resistenza a Pubblico Ufficiale è stato indagato nuovamente per il reato di possesso ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Lo straniero, sprovvisto dei documenti di riconoscimento, è stato trasferito al Centro di Identificazione Extracomunitari di Trapani dove sarà sottoposto alle procedure di rito per la sua espulsione dal territorio Nazionale.

Durante un controllo delle volanti del Commissariato di Viareggio nella frazione di Torre del Lago, nelle ore serali di ieri, venivano individuati e sottoposti a controllo C.I.A. e N.I cittadini rumeni rispettivamente di 25 e 47 anni. I poliziotti, impiegati in una più incisiva vigilanza delle zone a rischio della città, mentre transitavano nella zona centrale torrelaghese, hanno notato una Audi A4 di colore scuro con due persone sospette a bordo. Il loro atteggiamento nervoso ha insospettito gli agenti che hanno intimato l’alt al conducente del veicolo.  A loro carico, dopo i controlli effettuati, emergeva già una fuga ad un precedente controllo di polizia.  Scattava allora la perquisizione che portava a rinvenire all’interno del veicolo, ben nascosti, due grossi cacciaviti, considerati arnesi atti allo scasso, ed un dispositivo telepass del quale di due soggetti non sapevano fornirne la titolarità.
Gli oggetti venivano debitamente sequestrati. Sono in atto gli accertamenti volti a verificare il legittimo proprietario del dispositivo telepass. Gli stranieri, dei quali N.I. già con numerosi precedenti per furto e resistenza a Pubblico Ufficiale, sono stati indagati per i reati di ricettazione e possesso di arnesi atti allo scasso.

Durante il servizio, sono stati fermati 36 mezzi, sono state identificate 63 persone, una denunciata per detenzione di droga ai fini di spaccio e due per ricettazione e detenzione di arnesi da scasso, e 3 locali sono stati passati al setaccio.

No comments

*