Polizia e Municipale insieme: sequestrate oltre 200 borse

0

CAMAIORE – Si è svolta nella serata di ieri un’operazione congiunta tra gli uomini della Polizia di Stato del Commissariato di Viareggio e della Polizia Municipale di Camaiore per il contrasto all’abusivismo commerciale. L’intervento si è concentrato sulla Passeggiata di Lido di Camaiore e ha permesso di sequestrare ben 200 borse di note marche che erano state esposte per la vendita. Il materiale è ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’operazione è stata pianificata e realizzata con cura dagli agenti permettendo così di recuperare la merce senza arrecare il minimo disturbo ai tanti che stavano passeggiando lungo viale Europa. Sia il Dirigente del Commissariato di Viareggio Dottor Raffaele Gargiulo che il Comandante della Polizia Municipale di Camaiore Claudio Barsuglia si congratulano con il personale per la professionalità con la quale hanno operato in un contesto difficile e delicato.

L’operazione rientra nel Piano Provinciale per la lotta al fenomeno dell’abusivismo scaturito dal protocollo d’intesa siglato tra la Prefettura, la Questura e i Sindaci della Versilia.

“Plaudo all’ottimo risultato raggiunto della Municipale e della Questura. La legalità è un tema su cui non si può contrattare anche perché le istituzioni devono aiutare chi quotidianamente sostiene il Comune lavorando nel pieno rispetto delle regole: in questo ribadiamo con energia la necessità che le forze competenti siano impegnate sia per controllare le attività commerciali e produttive, come già accade, che per debellare la piaga del commercio abusivo. Per questo, però, sappiamo che non basta il sensazionale e muscolare “sceriffismo”: siamo coscienti che quei ragazzi che si ritrovano a dover vendere siano solo la punta di un iceberg e per combattere il fenomeno bisogna colpire chi organizza e guadagna su questo sistema; un sistema che gli sta alle spalle e che tutti sanno nascere da enormi interessi economici, basato sulla considerazione dei venditori alla stregua di schiavi. In questo senso, guardiamo alla magistratura e alla Procura, per sostenere il loro lavoro e gli sforzi della Polizia Giudiziaria per tracciare con successo le filiere della contraffazione e punire gli schiavisti del commercio abusivo”, il commento del Sindaco Del Dotto.

No comments