“Polizia Scientifica, non oltrepassare”: scena del crimine in piazza Mazzini con Moving Lab

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Teatro della scena del crimine, piazza Mazzini a Viareggio. Un cadavere in terra, la zona delimitata dal nastro bianco rosso con la scritta “Polizia Scientifica, non oltrepassare”. Una simulazione per illustrare il lavoro degli uomini del reparto speciale della Polizia di Stato in azione durante un delitto, e non solo. Come annunciato, dopo Firenze, l’Ufficio Mobile della Polizia Scientifica, “Moving Lab”, un laboratorio dotato di tutto quanto necessario alle investigazioni, ha fatto tappa anche in città. Un gioiellino di tecnologia, racchiuso all’interno di un Ducato Eurocargo, con l’allestimento, al suo interno, di postazione completa per il foto-segnalamento delle persone da identificare, oltre a sofisticate attrezzature per effettuare sopralluoghi, verificare i falsi documentali, prelevare residui di polvere da sparo e perfino campioni di DNA. Tutto finalizzato a un’indagine rapida e riscontri immediati. Ad illustrare il percorso operativo è stato il Dirigente del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica di Firenze, vice Questore Aggiunto Paolo Terracciano, con a fianco la vice dirigente del Commissariato di Viareggio Nicole Fetto e il capo della Squdra Mobile di Lucca Silvia Cascino. Tanti i bambini che erano in spiaggia, e che, incuriositi,  si sono avvicinati alla postazione per farsi prendere le impronte digitali e hanno ascoltato con estrema attenzione la spiegazione del lavoro della Polizia Scientifica.

No comments

*