Porto, firmato il protocollo d’intesa

0

VIAREGGIO – E’ stato firmato questa mattina il Protocollo d’Intesa tra la Capitaneria di Porto di Viareggio e l’Autorità Portuale Regionale in merito al regolamento sul Porto, edizione 2015. A darne notizia, durante la conferenza stampa, è stato lo stesso comandante, Capitano di Fregata Davide Oddone, con il Tenente di Vascello Alessandro Sarro e l’ingegner Fabrizio Morelli. Un atto congiunto, importante, che riesce a definire le rispettive competenze. Un documento “snello”, come lo ha definito Oddone, composto da 23 articoli, suddivisi in 8 titoli. Un passaggio importante, ha precisato Morelli, con l’obiettivo principale di definire le competenze di Capitaneria e Autorità Portuale: una cornice dalla quale desumere i vari atti per una efficace gestione delle aree portuali. Sicurezza della navigazione e disciplina delle aree, a terra e in mare i principali temi del Protocollo, per gestire al meglio il Porto di Viareggio.

1 2 Un lavoro, quello che ha portato al Protocollo, iniziato a settembre dello scorso anno, ha spiegato Sarro, che ha portato a un Testo Unico, per evitare anche sovrapposizioni nei procedimenti amministrativi. Il regolamento, di per sè, non è immediatamente attuativo. Ma verrà adottato con provvedimenti successivi. Le finalità sono costituire il quadro normativo per la gestione amministrativa e operativa del Porto.  Il Regolamento, come già detto suddiviso in 8 Titoli ed in 23 Articoli, è snello e di facile lettura: in esso vengono chiaramente distinte le funzioni gestorie di primaria competenza dell’Autorità Portuale (disciplina ed utilizzo di aree demaniali e banchine nella circoscrizione portuale, viabilità in porto, modalità di svolgimento dei lavori in banchina ) dalle funzioni prettamente operative e di sicurezza della navigazione attribuite all’Autorità Marittima (movimenti delle unità navali, alaggi e vari, lavori subacquei, servizi tecnico-nautici, norme antincendio ed antinquinamento ).     Naturalmente, al quadro normativo costituto dal Regolamento, faranno seguito specifiche Ordinanze attuative che abrogheranno di volta in volta le precedenti disposizioni in materia. L’accordo rientra nel processo condiviso e concertato di riqualificazione di alcune aree del porto di Viareggio, che Autorità Marittima ed Autorità portuale stanno portando avanti al fine di aumentare la sicurezza della navigazione portuale, favorendo al contempo lo sviluppo delle attività marittimo-portuali e diportistiche con banchine attrezzate per l’ormeggio ed idonei servizi.

Viva la soddisfazione espressa dal Comandante Oddone e dall’Ing. Morelli per il virtuoso percorso intrapreso, un ulteriore passo per  una gestione condivisa, coordinata ed efficace degli spazi portuali.

No comments

*