Da presunto hacker, a vittima: giovane assolto con formula piena

0

ALTA VERSILIA – Assolto con formula piena per non aver commesso il fatto. Da presunto hacker, a vittima. Il ragazzo, un giovane residente in Alta Versilia, difeso in giudizio dall’avvocato Simone Lepore, era stato accusato di truffa, e di reati informatici, ma grazie alla testimonianza dei carabinieri, che durante il processo hanno ricostruito passo passo quanto accaduto, per lui, oggi, è finito un vero e proprio incubo. Tutto era partito da alcune denunce presentate da posssori di poste pay che si erano visti sparire soldi dalle loro carte. Denaro, cifre non grosse, 100/200 euro, che, poi, era misteriosamente transitato sul suo conto Snai, a sua insaputa. Conto sul quale i soldi restavano “parcheggiati” pochi minuti, per poi sparire. Ma, i responsabili erano altri: bande specializzate che da remoto, attraverso spam, e virus, entravano nei computer effettuando finte partite di gioco nella poker room.

 

No comments

*