Profughi a Viareggio, il Pd: “Commissione sociale. Inaccettabile che la Prefettura consenta a Pietrasanta di non accogliere”

1

VIAREGGIO – Commissione sociale per la questione profughi. Lo chiede il Pd di Viareggio. “E’ inaccettabile che la Prefettura consenta al sindaco di Pietrasanta di non accogliere nessun richiedente asilo”, sostiene il capogruppo Luca Poletti: “Siamo in una fase molto delicata per quanto attiene l’accoglienza dei profughi e dei richiedenti asilo nel nostro paese e di conseguenza anche nella nostra città non mancano tensioni e incomprensioni. Per questo qualsiasi azione deve essere gestita bene e soprattutto deve essere guidata con massima   prudenza, trasparenza e con il coinvolgimento dei cittadini. Sulla vicenda di via Sauro è mancata una corretta informazione. Le notizie sono state date in modo non completo e le stesse associazioni hanno manifestato le loro difficoltà a gestire la cosa. Così non può andare.nIn consiglio comunale ho puntato proprio su questo: senza un corretto approccio ogni progetto rischia di naufragare alimentando inutili tensioni tra i cittadini. A questo punto, come proposto anche dal nostro gruppo, la vicenda  deve essere chiarita nella commissione sociale, come proposto anche dal sindaco, alla presenza della Prefettura e della rappresentanza di un comitato degli stessi cittadini. Questo incontro servirà anche se dovesse essere abbandonato il progetto,perché la trasparenza su questa vicenda aiuterà anche nelle eventuali scelte future. Infine c’è da evidenziare che Viareggio, sta facendo la propria parte ,  come altri  comuni della Versilia. La cosa inaccettabile è che la Prefettura consenta al sindaco Mallegni di non accogliere nessun richiedente asilo e  addirittura di fare pressione politica su associazioni e parrocchie affinché non attivino progetti autonomi sul territorio. Per questo torno a chiedere all’assessore Tomei di avere il coraggio di porre pubblicamente e con forza questa questione alla prossima riunione delle giunte tra Viareggio e Pietrasanta. Su questo punto il silenzio dell’assessore  al sociale sta diventando imbarazzante”

1 comment

Post a new comment

*