Tutto pronto per la festa del volontariato di Seravezza

0

SERAVEZZA – Ottantacinque associazioni da ben sedici comuni diversi: saranno loro le grandi protagoniste di “Volontariamente… insieme per gli altri”, la festa del volontariato e delle associazioni in programma sabato 23 e domenica 24 settembre a Querceta. Edizione numero sei per una kermesse – entrata quest’anno nel calendario istituzionale degli eventi del Comune di Seravezza – sempre più momento di incontro, condivisione e reciproca conoscenza tra le associazioni e, al tempo stesso, tra la grande famiglia del volontariato versiliese e i cittadini. «La festa più significativa tra le moltissime del nostro territorio» l’ha definita il sindaco Riccardo Tarabella presenziando questa mattina al lancio ufficiale dell’evento in Municipio a Seravezza. «Significativa e di valore altissimo perché riesce a far emergere la grande dedizione del volontariato nella sua costante e preziosa opera di servizio ai cittadini e di integrazione con le attività delle pubbliche amministrazioni».

Alla presentazione in Municipio sono intervenuti anche il consigliere delegato all’associazionismo Francesca Bonin, il presidente della Consulta del volontariato di Seravezza Bruno Vangelisti con alcuni componenti del direttivo (Marina Marrai, Alessio Perilli, Riccardo Guglielmini, Faliero Vannoni e il consigliere comunale di minoranza Elena Luisi) e Lando Greco, presidente della Consulta di Massarosa che, con quelle di Pietrasanta e Stazzema, aderisce ufficialmente alla Festa. Partner fondamentale della manifestazione è la delegazione lucchese del Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana) che Vangelisti ha pubblicamente ringraziato per il sostegno offerto da alcuni anni a questa parte per volontà del presidente Pierfranco Severi.

Sede della Festa sarà anche quest’anno il grande comparto verde di via Alpi Apuane, a Querceta, che include l’area della contrada Il Ranocchio. Qui le associazioni monteranno i loro stand, schiereranno i loro mezzi, allestiranno aree dimostrative e punti d’informazione per far conoscere e promuovere le rispettive attività. Qui si terranno le iniziative comuni come il dibattito del sabato sera sul tema dei femminicidi e della violenza di genere, un concerto, il pranzo conviviale. Qui, infine, avrà il suo fulcro una grande simulazione di protezione civile.Ma ecco il programma dettagliato della due giorni.

Il via sabato 23 settembre alle 18:00 con l’apertura degli stand delle associazioni. Alle 18:30 il primo importante appuntamento della Festa: lo spettacolo-denuncia “È vietato morire” sul tema della violenza di genere a cura del Cesvot di Lucca, coordinato da Elena Luisi, interpretato dall’attrice Francesca Leonardi e realizzato in collaborazione con le associazioni “Donne per le Donne”, “Sabine” e “Casa delle Donne” che operano sul territorio in questo delicato ambito. Alle 20:00 spazio informativo sui progetti di solidarietà promossi da Unicoop Tirreno e, a seguire, apericena offerto dall’organizzazione. Chiusura della prima giornata alle 21:15 con gli “Abba Dream” e il loro concerto-tributo all’iconica band svedese (ingresso libero). Domenica 24 settembre il grande spazio verde della festa sarà animato e vivace fin dal mattino. Questo il programma: ore 9:30 santa messa e benedizione delle associazioni; saluto delle istituzioni e apertura della giornata; ore 10:30 esibizioni e presentazioni a cura delle associazioni; ore 11:00 spazio Cesvot “La rete crea legami” in cui le Consulte di Seravezza, Stazzema, Pietrasanta e Massarosa si confronteranno su buone prassi ed esperienze per la creazione di reti di solidarietà nei territori; ore 12:00 esibizioni a cura delle associazioni; ore 12:30 pranzo sociale “L’amicizia vien mangiando” al quale gli organizzatori invitano tutti i cittadini, per un momento da condividere in amicizia (i fondi raccolti serviranno a finanziare le attività della Consulta); ore 14:00 ripresa delle esibizioni e presentazioni a cura delle associazioni; ore 16:00 prima edizione di “Versilia OperAttiva”, esercitazione che coinvolgerà quattordici associazioni di protezione civile; ore 17:00 concerto della Filarmonica “Basilio Stagi”; ore 17:30 chiusura della festa con il flashmob “Voliamo in alto…insieme”, con lancio di palloncini colorati da parte delle associazioni.

La festa sarà organizzata in aree tematiche: uno spazio riservato alle esibizioni motociclistiche, uno al gioco della pallavolo, uno al tiro con l’arco, una vasca per le prove di immersione subacquea, un campo di addestramento cinofilo, due palchi per le esibizioni delle associazioni e un vero e proprio campo base della protezione civile dotato di tutto ciò che serve per la gestione di un’emergenza (cucina da campo, mensa, tende dormitorio, segreteria e punto medico avanzato).

No comments

*