Puntò il coltello alla gola di un minorenne, la Corte d’Appello conferma la condanna

0

VIAREGGIO – Puntò il coltello alla gola di un minorenne, dura condanna in Appello. I giudici fiorentini hanno confermato la condanna a 3 anni e 3 mesi e al pagamento delle spese e al risarcimento dei danni per i familiari costituitisi parte civile. a A.R., 35enne finito in carcere a Lucca, che una sera di fine agosto del 2014, avvicinandosi con una scusa banale ad un gruppo di minori di Viareggio all’esterno di un noto locale in Darsena estrasse un coltello e lo puntò alla gola di uno di questi, che all’epoca aveva 15 anni, sottraendogli con la forza e l’inganno il telelfono cellulare. Inseguito e raggiunto dal padre ‘coraggio ‘della giovane vittima, coadiuvato dalle Forze dell’Ordine nel frattempo accorse, fu arrestato e condannato per rapina aggravata dal Tribinuale di Lucca. Oggi la conferma della sentenza dalla Corte d’Appello fiorentina. I familiari, parte civile,  tramite l’Avvocato Aldo Lasagna hanno espresso soddisfazione e sollievo alla lettura del dispositivo, in quanto e’ stata riconosciuta giustizia per almeno uno dei molteplici atti di violenza che purtroppo hanno attanagliano la zona.

No comments

*