Rapina un anziano disabile e lo butta in terra, arrestato

0

TORRE DEL LAGO – Durante il pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di Torre del Lago, in esecuzione dell’Ordinanza di applicazione della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal Gip presso il Tribunale di Lucca, hanno tratto in arresto Roberto Mei Roberto, classe 1972, nullafacente, con precedenti, poiché ritenuto responsabile del reato di rapina in abitazione.

unnamed In particolare, spiegano i vertici dell’Arma fornendo anche la foto dell’arrestato per dare modo a chi avesse subito analoghi episodi di riconoscere il colpevole, i militari operanti accertavano che la notte del 2 maggio scorso il Mei, nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di permanere in casa dalle 22 alle 6 poiché coinvolto in un procedimento penale relativo ad una rapina commessa dallo stesso in Torre del Lago nei mesi scorsi, si era introdotto nell’abitazione di un vicino settantenne, affetto da disabilità. Una volta nell’appartamento il Mei spintonava con violenza la vittima facendola cadere a terra e in quel frangente si impossessava del portafoglio dell’anziano contenente la cifra di 250 euro in contanti. Il malvivente si dava quindi alla fuga mentre la vittima richiedeva l’immediato intervento dei Carabinieri della locale Stazione che provvedevano a soccorrere il malcapitato che veniva trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale Unico Versilia ove veniva riscontrato affetto da lesioni giudicate guaribili in 4 giorni. Inoltre i militari ricostruivano sin da subito la vicenda individuando il responsabile e facendo scattare le ricerche in tutta la Versilia e nelle provincie limitrofe ma il fuggitivo si rendeva irreperibile per tutta la nottata. Trascorsi quindi i tempi previsti per procede all’arresto in flagranza di reato, per il Mei scattava la denuncia in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria che condividendo le risultanze dell’attività investigativa condotta dai Carabinieri disponeva l’immediato arresto del Mei che veniva quindi catturato e, dopo le formalità di rito, veniva condotto presso la casa circondariale di Lucca.

No comments

*