Recupero fauna selvatica, l’Uovo di Colombo annuncia lo stop al progetto

VIAREGGIO L’Associazione “L’uovo di Colombo” con rammarico, si vede costretta ad annunciare la sospensione del Progetto “ Civetta – Recupero Fauna Selvatica “operante c/o la propria sede a Viareggio. Con l’entrata in vigore a gennaio 2016, della nuova normativa di cancellazione delle Province con conseguente passaggio di competenze alla Regione Toscana, si è creato un vuoto amministrativo .
Ad oggi non è stata ancora definita nessuna proroga del mandato avuto dalla Provincia circa il recupero della fauna selvatica che, come molti sapranno, è un bene inalienabile dello Stato.
Pertanto tutte le chiamate d’aiuto dirette all’Associazione al numero predisposto per la fauna selvatica saranno obbligatoriamente inevase.
Le richieste d’aiuto devono essere rivolte direttamente ai comuni di competenza e/o alla Regione Toscana.
Nell’anno 2015 il Progetto Civetta ha visto il ricovero di circa 480 esemplari gestiti grazie all’impegno di 6 persone provenienti dagli Inserimenti lavorativi terapeutici dell’ASL12, 4 volontari dell’Associazione, 2 veterinari libero professionisti ed un Operatore Socio-sanitario. E’ stato garantito il servizio per 10 ore giornaliere , festivi compresi.
Tuttora restano ricoverati c/o la nostra struttura circa 40 esemplari che una volta terminata la riabilitazione potranno essere liberati. Gli esemplari non liberabili (ciechi, postumi di fratture, ecc.. ) continueranno ad essere ospitati nella nostre voliere.
L’associazione “L’uovo di Colombo” si augura che questa decisione sia temporanea e che, quanto prima, si giunga ad una soluzione. Ribadisce la propria disponibilità a continuare il progetto, garantendo sia la cura e la riabilitazione della fauna selvatica in difficoltà sia il servizio, peraltro molto apprezzato, ai cittadini della Versilia.

Lascia un commento