Regione, Uncem e Legambiente scelgono le Alpi Apuane per il Festival della Montagna

0

STAZZEMA – La Regione Toscana, Uncem Toscana e Legambiente hanno presentato in anteprima regionale la candidatura delle Alpi Apuane come uno dei luoghi di svolgimento del 1° Festival della Montagna che si terrà nel 2015. Erano presenti il Sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, l’assessore alla cultura, Serena Vincenti, l’assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Seravezza Riccardo Biagi, Aldo Guerra in rappresentanza di Uncem Toscana e della Regione Toscana, Paolo Baronti di Legambiente Toscana. Presenti anche alcune guide ambientali del Parco delle Alpi Apuane che in maniera constante sono impegnate nella promozione del territorio della montagna. Si è trattata della anteprima della presentazione del progetto voluto dalla Regione Toscana di creare un Festival della Montagna per rilanciare sul piano turistico ed economico la montagna come luogo dalle enormi potenzialità turistiche, culturali, in cui la qualità della vita può essere migliore rispetto ai territori cittadini. Il Festival della Montagna vuole rilanciare la montagna come luogo in cui è possibile una qualità della vita migliore rispetto alle aree maggiormente urbanizzate e non solo come luogo da visitare. La Regione Toscana ha annunciato un sostegno promozionale alle iniziative che si svolgeranno nel corso del prossimo anno, ma anche un sostegno economico. Nell’ambito del lancio della Festival della Montagna l’assessore alla Cultura del Comune di Stazzema Serena vincenti ha presentato le iniziative della Settimana della Cultura che sono in corso.

“Oggi annunciamo la volontà di svolgere questo Festival della Montagna nel 2015 che sarà l’edizione zero”, ha spiegato Aldo Guerra per conto di Regione Toscana ed Uncem Toscana e Paolo Baronti per Legambiente Toscana “ma da domani inizierà la fase di progettazione dei contenuti. La Toscana ha una grande area montana che è stata suddivisa in quattro grandi macroaree, una delle quali è quella delle Alpi Apuane, che dovranno iniziare a ragionare su un periodo di eventi collegati tra di loro che mirino alla promozione delle specificità del territorio. Chiederemo ai territori uno sforzo di progettazione che dovrà coinvolgere tutti. Il Festival dovrà essere soprattutto una Festa che contribuisca al rilancio di questi territori. Dalla montagna può venire un contributo al turismo se si riesce a fare uno sforzo comune nei territori che cambi l’immagine di questi territori che sono ricchissimi di storia con un evento che non sia un evento locale, ma che coinvolga tutti gli ambiti e tutti i soggetti che lavorano per lo sviluppo di questi territori. Il modello sarà quello della Festa dei Piccoli Comuni che organizzava Legambiente”.

“Ringraziamo la Regione Toscana, Uncem Toscana e Legambiente per aver scelto Stazzema e l’Alta Versilia”, commenta il Sindaco di Stazzema Maurizio Verona, “per il lancio del Festival della Montagna 2015 a cui ovviamente saremo presenti con nostre iniziative insieme agli altri territori delle Alpi Apuane. Abbiamo bisogno di riportare l’economia nei nostri Comuni perché la montagna torni a popolarsi anche come freno allo spopolamento che porta con sé il dissesto del territorio. Abbiamo un grande patrimonio da valorizzare anche dal punto di vista edilizio e siamo chiamati a mettere in campo politiche di valorizzazione delle risorse esistenti. Il Festival della Montagna sarà una occasione importante per la nostra realtà e siamo pronti a lavorare per una progettazione degli eventi per il prossimo anno insieme agli altri soggetti coinvolti”.

“Anche Seravezza vorrà essere protagonista di questo evento”, commenta l’assessore al turismo Riccardo Biagi, “la scommessa è collegare il mare con la montagna che è il vero valore aggiunto per il turismo per i prossimi anni. E’ proprio la montagna che può far fare un ulteriore salto di qualità del turismo a livello regionale con le proprie ricchezze ed i propri tesori culturali ed ambientali. Il Festival della Montagna è una occasione che accogliamo con favore e siamo pronti alla collaborazione con gli altri Enti per progettare le iniziative su questo territorio”.

No comments