Revocato il divieto di balneazione: acque sicure in tutta la Marina

0

MARINA DI PIETRASANTA – Il  Sindaco di Pietrasanta Domenico Lombardi ha emesso stamani un’ordinanza di revoca del divieto di balneazione  che ha interessato per tre giorni alcune zone del litorale di Marina.

I risultati delle ulteriori analisi effettuate da Arpat  hanno certificato il buono stato di salute delle acque marine, confermando  un andamento sostanzialmente positivo evidenziatosi in tutta la stagione.

I controlli effettuati da Arpat sono infatti iniziati dallo scorso aprile, con cadenza mensile, ed hanno interessato  dieci punti di prelievo per ogni controllo. Un totale quindi di 60 campionamenti in tutta la stagione, dei quali solo 5 hanno evidenziato  una live presenza di inquinanti con divieto di balneazione limitato ad alcune zone ed immediatamente revocato dopo le successive analisi. Il dato statistico parla dunque chiaro: i controlli che hanno dato buon esito sono il 92% del totale. Il nostro mare, dunque, anche se non è “perfetto”,  è in condizioni più che buone.  Questi controlli, ricordiamolo, sono a tutela della salute dei villeggianti, e la loro effettuazione e pubblicizzazione è un elemento di trasparenza e di correttezza che va valorizzato. Non dappertutto questo accade.

L’altra faccia della medaglia è il permanere dei problemi di inquinamento in presenza di piogge consistenti, segnale ormai accertato  di una permeabilità della rete della fognatura nera in tutta la Versilia e di una conseguente non completa funzionalità ed adeguatezza dei depuratori. Su questi aspetti i comuni e le associazioni di categoria si sono mossi con decisione a partire dagli ultimi due anni, fino ad arrivare alla firma dell’importante accordo con la Regione  Toscana che mette a disposizione quaranta milioni di euro per i primi interventi.

Questa è la strada da seguire, evitando inutili allarmismi che ingigantiscono i problemi, ma con la consapevolezza piena che bisogna agire con determinazione e con l’impiego delle risorse adeguate alla gravità della situazione.

No comments