Riccardo Zucconi: «A Roma per cambiare rotta e tutelare il territorio»

VIAREGGIO – «Gli ultimi anni hanno visto un monocolore amministrativo gravare pesantemente sulla costa lucchese. Governi, Regione e Provincia, tutti sotto la stessa bandiera, e i risultati sono quelli che abbiamo sotto gli occhi ogni giorno», ad affermarlo è il candidato della coalizione di centrodestra nel collegio di Lucca, Riccardo Zucconi, segretario provinciale di Fratelli d’Italia.

«La voglia di cambiamento che si respira per le strade è la cartina tornasole di quanto certe politiche abbiano pesato negativamente sulla vita di tutti i giorni. Dalla sicurezza, che i cittadini chiedono a gran voce, e che a Massarosa, Viareggio e Torre del Lago vede cittadini riunirsi e organizzarsi autonomamente a causa della mancanza di risposta delle Istituzioni, al lavoro, per cui si è incentivata la precarietà senza abbassarne i costi, e con politiche di indirizzo che stanno penalizzando e mortificando la Versilia: dalla cantieristica viareggina, che ha visto investire su altre realtà, allo smembramento dell’ospedale Unico» prosegue Zucconi.

«Noi vogliamo un’Italia che rialzi la testa e difenda le sue imprese e cittadini dalle imposizioni europee negative, per questo lotteremo duramente contro la direttiva Bolkestein per salvaguardare così un importante settore economico del Paese che da lavoro a centinaia di migliaia di famiglie tra gestione e indotto, senza dimenticare ovviamente gli ambulanti. Per questo diciamo no a questo tipo di accoglienza che riempie strade e alberghi di presunti rifugiati di cui nemmeno 10 ogni 100 verranno riconosciuti tali e che però riempie le tasche di chi se ne aggiudica la gestione» sostiene il candidato di centrodestra.

«Viareggio, Massarosa e la Versilia meritano di tornare ad avere la dignità e il peso politico di una volta – chiude Zucconi – meritano investimenti sulle proprie eccellenze, strade e spazi pubblici sicuri e la tutela di un ambiente unico come quello che li circonda, dal mare fino ai monti passando dal lago di Massaciuccoli, quello che il centrosinistra nel corso degli anni ha messo in discussione e che per me e per il centrodestra invece è un punto irrevocabile».