Riqualificazione pubblica illuminazione: il Consiglio Comunale approva adesione a convenzione Consip – RTI Citelum

0

CAMAIORE – Il Consiglio Comunale di Camaiore ha approvato l’adesione alla convenzione, stipulata da Consip S.p.A. con RTI Citelum S.A., che prevede una completa riqualificazione della pubblica illuminazione. La convenzione, della durata di 9 anni, permetterà di sostituire oltre 5300 corpi illuminanti e 12 impianti semaforici con luci a LED, con un abbattimento del costo della bolletta energetica superiore al 60% secondo le previsioni del capitolato. Alla riqualificazione si affiancano gli obblighi di manutenzione della rete, della gestione della manutenzione programmata e della fornitura elettrica. La stipula del contratto è prevista per il 1° marzo 2016.
Il Comune si appoggia alla convenzione stipulata da Consip, centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana, potendo quindi derogare dalle procedure di gara. Sarà inoltre possibile affidare direttamente alla RTI interventi di straordinaria manutenzione con prezzi inferiori mediamente del 70%.
L’investimento che l’azienda opererà sfiora i 2 milioni di euro. Il capitolato comprende, oltre all’introduzione della tecnologia LED, la sostituzione degli apparecchi non conformi alla normativa sull’inquinamento luminoso, il rifacimento di linee e quadri elettrici obsoleti, la sostituzione di sostegni e bracci e l’importante installazione di sistemi di autocontrollo. Quest’ultima novità permetterà di verificare in tempo reale lo stato di funzionamento dei corpi illuminanti con relativo intervento dell’azienda in caso di disservizio con tempi certi stabili dal contratto. A questo novità si affianca l’istituzione di un numero verde a cui i cittadini si potranno rivolgere per segnalare guasti.
Conclusi gli interventi di riqualificazione, con tempi da contratto di 12 mesi, la comunità di Camaiore costerà il 60% in meno all’ambiente in termini di risorse. Il risparmio a livello economico, invece, si compone in due parti: la prima, derivante dal minor costo del canone annuo rispetto alla spesa media dell’ente, una cifra di circa 50.000 € a cui si sommano i risparmi derivanti dal non dover più provvedere alle manutenzione (si passa da 1.106.000,00 € annui a circa 1.054.000,00); la seconda relativa al futuro risparmio sulla bolletta energetica che dal 10° anno vedrà un abbattimento del 60%.
“E’ un obiettivo che abbiamo perseguito sin dall’insediamento, ma solo negli ultimi mesi abbiamo trovato la formula giusta. Una scelta che affianca risparmio ambientale ed economico a un notevole miglioramento del servizio. Avremo inoltre cura di chiedere all’azienda fornitrice un colore di luce che valorizzi la bellezza dei borghi, delle piazze e delle strade del nostro territorio. Alla convenzione aggiungiamo un altro passo in avanti: 350mila euro per riqualificare l’impianto di riscaldamento e condizionamento dei palazzi del Comune, producendo un consistente risparmio di energia e di soldi, fra il 20% e il 30%. Servizi meno costosi, servizi a tutela dell’ambiente, servizi migliori per il cittadino”, il commento del Sindaco Del Dotto

No comments

*