Rompe la finestra di un albergo a Torre del Lago, mette a soqquadro le camere e ruba

TORRE DEL LAGO – L’ equipaggio di una Volante del Commissariato di Polizia di Viareggio ha tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato, C. D. M., trentatreenne rumeno, in Italia senza fissa dimora.

L’uomo, dopo aver infranto una finestra di un albergo situato in viale Marconi a Torre del Lago, il Giuly, è entrato all’interno mettendo a soqquadro alcune camere da letto riuscendo a rubare un pc portatile e abbigliamento di vario tipo, tra cui una tuta ginnica subito indossata dal reo.

L’uomo è stato scoperto dal titolare dell’attività, Alberto Pardini, che ha subito dato l’allarme chiamando il 113, fornendo una dettagliata descrizione del soggetto e la sua via di fuga.

Il ladro, infatti, si è dato subito alla fuga ma grazie al rapido intervento della Volante, è stato intercettato in strada e bloccato, quindi portato in Ufficio e tratto in arresto dagli agenti del Commissariato.

Nella mattinata odierna il cittadino rumeno è stato condotto presso il Tribunale di Lucca e dopo la convalida dell’arresto, a causa del suo profilo giudiziario già censurato da precedenti,  il Giudice ha disposto a suo carico la custodia cautelare in carcere in attesa del processo aggiornato ad altra data.

Nella mattinata odierna personale della Squadra Anticrimine ha anche rintracciato presso un albergo e tratto in arresto N. A.,  31enne albanese, su cui pendeva un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Savona, per l’espiazione di una pena detentiva di mesi 8, per furto in abitazione. L’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Lucca.