Rompe un vetro: beccato a rubare, il topo d’auto finisce in manette

0

VIAREGGIO – Non è andato a segno il colpo programmato e messo in pratica la scorsa notte da Jarmouni Youssef, marocchino di 19 anni irregolare sul territorio nazionale con numerosi precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio e inerenti gli stupefacenti.

L’uomo, nella tarda nottata, dopo aver infranto i finestrini con un grosso sasso, è stato colto in flagranza di reato mentre rubava all’interno di una autovettura parcheggiata nei pressi del Palazzetto dello Sport di Viareggio.

I poliziotti, grazie alla segnalazione 113 di un solerte cittadino, sono giunti nei pressi del vicino Stadio dove hanno lasciato l’autovettura di servizio avvicinandosi silenziosamente e con circospezione al luogo segnalato.

Una volta notati alcuni movimenti sospetti intorno ad una autovettura sono intervenuti celermente sorprendendo il malfattore che rovistava all’interno del veicolo il quale ha opposto un’ardua resistenza al suo arresto.

L’uomo, infatti, ha tentato prima di nascondersi all’interno del bagagliaio intrufolandosi dall’abitacolo poi, una volta estratto dall’auto, si è dimenato sferrando calci e pugni per non essere bloccato.

Una volta ammanettato, gli uomini del Commissariato di Viareggio, hanno potuto restituire al proprietario dell’auto il maltolto, ma hanno anche constatato che lo straniero aveva maldestramente tentato di forzare la porta dei locali Bar del palazzetto.

Sono stati infatti rinvenuti, alle porte ed alle imposte della struttura sportiva, chiari segni di effrazione procurate con lo stesso sasso che aveva infranto i finestrini dell’auto.

Durante le fasi dell’arresto, ed all’interno degli uffici del Commissariato, Jarmouni Yousseff ha ripetutamente offeso e minacciato, anche sputando al loro indirizzo, gli agenti intervenuti.

Questo comportamento gli è costato una ulteriore denuncia per oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale.

Sarà processato presso il Tribunale di Lucca con rito per direttissima questa mattina stessa.

No comments

*