Santini: “Come mai Lami e Lombardi hanno trovato tutta questa voglia di Carnevale?”

VIAREGGIO -“Me la spiegate una cosa dato che di Carnevale non ci capisco niente??? O come mai il Gualtiero Lami e la Lombardi, ultimamente, hanno trovato tutta questa questa voglia di stare in Fondazione Carnevale? Voglia che prima non hanno mai dimostrato? Ma dove l hanno trovata tutta questa simpatia per i loro incarichi e le loro poltrone tanto da restare nonostante che il vero Presidente Stefano Pasquinucci e tutto il consiglio si siano dimessi?” Il post, su Facebook, di Alessandro Santini, appena inserito, ha scatenato il furore.  “O come han fatto – prosegue – a trovare, tutto d’un tratto tutto questo coraggio a restare soli soletti all’interno della desolata ed abbandonata Fondazione Carnevale nel Palazzaccio delle Muse che sta cadendo a pezzi e per di più e’ mezzo chiuso per inagiblita’? Lo sanno anche gli asini che lami e Lombardi non hanno quasi mai partecipato alla vita della Fondazione e all’organizzazione del Carnevale sotto la presidenza Pasquinucci. Lo sanno anche gli scogli del molo che Lami e Lombardi erano spariti dalla vista e dalla gestione della Fondazione tanto da far gridare al rapimento. Possibile che proprio ora questo eroe del Lami e questa eroina della Lombardi si ergano a difensori dell’ultimo avamposto come gli ultimi giapponesi nelle isolette del Pacifico non sapendo che la Seconda Guerra Mondiale era terminata. Beh ora sto esagerando, lo ammetto, l’onore che spingeva i giapponesi a resistere, dopo anni, agli americani era ben altra cosa rispetto alla vergognosa bramosia di poltrone che muove questi due mohicani di Viareggio a restare aggrappati ad un incarico che comunque non li ha mai visti capaci e competenti e per niente attori protagonisti del Carnevale scorso. Speriamo che i due giapponesi barricati in Fondazione comprendano l’inutilità della loro finta battaglia: siete stati scoperti, e’ inutile che continuate a fingere. La poltrona l’avete mantenuta e conquistata, anche se la cosa non ha più senso, quindi ora, per pietà, fatela finita di fingere di amare e conoscere il Carnevale: che di voi non ha assolutamente bisogno!”

Lascia un commento