Santini (FI) : “Matteo Martini, a Genick nemmeno leghi le stringhe delle scarpe”

0

VIAREGGIO – “Se pensi di far carriera politica facendoti portavoce di illazioni e calunnie andrai poco lontano. Se pensi di riuscire a fare il Capogruppo del PD inventando falsità sugli avversari, allora sappi che la tua parabola politica e’ già terminata. Se pensi di guadagnarti la stima dei tuoi colleghi in Consiglio Comunale facendo la voce grossa per farti veder forte e competente, hai sbagliato tutto. Se pensi di essere credibile presentando documenti politici, spacciandoli per tuoi e farina del tuo sacco,  mentre invece sono stati copiati pari pari addirittura da documenti di Forza Italia, allora ti consiglio di cambiare mestiere”. Parole durissime contro il capogruppo democratico, Matteo Martini. A parlare è Alessandro Santini, consigliere di Forza Italia che, parimenti, si schiera a fianco del collega Genick, in una lotta tutta interna al PD ma che tanto interessa le opposizioni.

“Impara da chi ne sa più di te – aggiunge Santini – impara da chi ha tutt’altro stile, impara da chi si sta guadagnando la stima dell’avversario sul campo attraverso la sua competenza, la sua professione, i suoi interventi precisi, puntuali, credibili e seri che lasciano tutti noi del centro sinistra stupiti per la precisione e la serietà. Impara da chi nel silenzio lavora per il tuo partito e con serietà utilizza la sua testa e non si fa usare o strumentalizzare. Impara da chi non si fa scrivere gli articoli di giornale da altri, impara da chi non si fa preparare gli interventi pubblici da altri, impara a comportarti come chi usa il suo cervello e si dimostra persona pensante”.
“Impara da chi – continua – già oggi, si e’ guadagnato la stima e la fiducia dell’opposizione, quella stessa stima e fiducia che godeva da parte nostra il compianto amico senatore Milziade Caprili. Non è accusando Tonino Cima e me di qualcosa che non abbiamo mai commesso che acquisirai credibilità ed autorevolezza presso i tuoi compagni di partito e la tua gente. Non è inventandoti fantasiose irrealtà politiche che ti guadagnerai la stima dei tuoi avversari, e non sarà attraverso un documento copiato da un altro partito che sarai mai in buon Capogruppo. La tua carica e’ stata imposta dal partito e non meritata sul campo, e si vede. E le tue parole false su Cima e me non meritano altra perdita di tempo da parte nostra: si giudicano da sole e dovresti vergognarti di cercare di emergere dal nulla gettando falsità e inventando responsabilità che Cima ed io non abbiamo mai avuto. Impara ad essere corretto ed onesto come chi e’ nel tuo partito e che si è da subito guadagnato il nostro rispetto e la nostra stima senza condizioni. Noi forse non siamo migliori di te, ma tu cerca di guardarti intorno e di comprendere che non hai in mano il tuo gruppo consiliare, che non guidi e non gestisci affatto. Basta vedere le ultime votazioni in Consiglio dove hai perso il controllo del gruppo consiliare che nemmeno tiene in considerazione le tue indicazioni di voto. La tua credibilità politica poi si perde con le tue dichiarazioni pubbliche”.

“Cerca invece di imparare da chi, come Bobo Genick – conclude il consigliere del partito di Berlusconi –  fa della correttezza, dell’ onestà e della serietà una bandiera ed una metà da perseguire tutti i giorni. Genick ha molto in se di Milziade Caprili: onestà, correttezza, rispetto delle istituzioni, della verità e degli avversari. A lui tutta la nostra stima. Impara da lui, seguilo e cerca di non essere  mai burattino e servo sciocco di nessuno. Così come ti comporti non sarai mai paragonabile al consigliere Genick al quale, purtroppo per te, nemmeno leghi le stringhe delle scarpe”.

No comments

*